Geografia

PARITA’ DI GENERE: LAVORI IN CORSO

Abstract: 
La classe ha affrontato lo studio del periodo della Controriforma ed è apparsa interessata al fenomeno della caccia alle streghe. Ne è nata una discussione che ha portato ad un confronto sul ruolo delle donne allora ed ora, anche in un’ottica di multiculturalità.
L’insegnante di Italiano, vedendo l’interesse degli alunni, si è resa conto che tale argomento, se approfondito, avrebbe potuto avere risvolti positivi sia per l’inclusione degli studenti con BES, sia per accrescere la loro autostima ed ha proposto al Consiglio di Classe un approccio interdisciobiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza sono la costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un’etica della responsabilità, … che implicano l’impegno a elaborare idee e a promuovere azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio contesto di vita”.
(dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo d’Istruzione, 2012).
plinare che portasse alla realizzazione di un compito autentico.
Il Profilo in uscita dal primo ciclo di Istruzione prevede che lo studente sia “in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità le situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria personalità”; deve inoltre usare “in modo sicuro le tecnologie della comunicazione con le quali riesce a ricercare e analizzare dati ed informazioni” infine, “Quanto proposto, quindi, sia per gli obiettivi disciplinari che di inclusione che si propone, sia per la tematica trattata, appare coerente con le indicazioni ministeriali.
Il prodotto finale è un lavoro multimediale realizzato dagli studenti.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-II-2017]
Data: 
Dicembre, 2017
Autori : 
Gruppo The BES witches
Maura Tomasello
Marianna Carsana
Giorgia Pesaresi
Maria Chiara Giacomucci

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Google
Google immagini
Flickr
Youtube
Power point
Prezi
Mindmodo
Cmaps
Lucidchart
Documenti Google
Fogli Google
Moduli Google
Easyvoicerecorder
Leggi per me
Canva
Venngage
Thinglink
PlayPosit
Cuneiform OCR
Screencast-O-Matic
Padlet
Google Drive
Edmodo

La tua regione d’Italia preferita

Abstract: 
Il Contesto in cui viene proposta l’attività è una classe V della scuola primaria a 27 ore.
La classe è composta da 16 alunni. Nella classe sono presenti due bambine con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento: una bambina dislessica e una disgrafica; sono inoltre presenti tre bambini con bisogni educativi speciali, due con lievi deficit cognitivi ed una di madrelingua spagnola,  con diagnosi ADHD e due traumatiche esperienze di bocciatura nel paese di origine.
La classe è dotata di 4 tablet per permettere agli alunni di lavorare in gruppo o individualmente perle attività di recupero.
L’attività si propone realizzare un testo sulla propria regione d’Italia preferita.
1)Con gli alunni verrà impostata una mappa compensativa procedurale, che permetterà agli alunni di sviluppare il proprio testo seguendo una scaletta.
2)Nella   mappa saranno presenti le informazioni principali, mentre nel testo si potranno aggiungere le informazioni scelte dall’alunno.
I programmi utilizzati saranno SuperMappe e Leggixme.
3)Per la consegna del testo ed i feedback dei docenti per le correzioni, sarà utilizzato Google Docs eGoogle drive, per permettere di aggiungere commenti al lato del testo e scambiarlo in tempi molto rapidi senza utilizzare chiavette USB. Con Google Docs sarà possibile modificare il testo nello stesso momento da più persone
4)Per la correzione gli alunni DSA utilizzeranno il programma Leggixme con la sintesi vocale regolabile, gli alunni non in difficoltà potranno decidere di utilizzare Leggixme o il correttore automatico ,con il supporto della sintesi vocale per verificare le parole corrispondano a ciò che volevano scrivereo nessuno strumento.
5) Per verificare la conoscenza degli strumenti, le insegnanti consegneranno agli alunni un test relativo alla regione che hanno scelto, il testo conterrà alcuni errori ortografici che loro dovranno  correggere con il programma che preferiscono.
 
6) Un’ulteriore verifica sarà fatta per la produzione del testo MI Presento.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo Bes-tie al lavoro
Fusto
Pelliciari
Redavè
Pestarino

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Leggixme
supermappe
tablet
LIM
libro digitale

Discipline Coinvolte:

Le civiltà fluviali

Abstract: 
Il Contesto in cui viene proposta l’attività è una classe IV della scuola primaria a 27 ore, composta da 20 alunni di cui una in situazione di handicap con gravità a cui sono state assegnate14 ore di sostegno, uno con una diagnosi di Disturbo Misto delle Abilità scolastiche con 8 ore di sostegno; nella classe sono presenti circa il 50% di alunni stranieri. L’attività si propone di affrontare l’argomento delle civiltà fluviali,  presente nella programmazione annuale di Storia di una classe quarta. Verranno realizzate due tipologie di mappe: una di completamento e una compensativa; le mappe saranno costruite dagli alunni con il programma SuperMappe e Leggixme, utilizzando immagini catturate da Google e disegni dei bambini.
1.     Gli alunni, mentre ascoltano un file audio, completeranno la mappa relativa alle civiltà fluviali.
 
2.     Gli alunni, a piccoli gruppi, dopo aver approfondito i contenuti, attraverso il libro di testo, video e letture, realizzeranno una mappa compensativa, mettendo in atto le competenze tecnologiche acquisite.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Aprile, 2017
Autori : 
Gruppo Bes-tie al lavoro
Fusto
Pelliciari
Redavè
Pestarino

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Pc
scanner
Leggixme
SuperMappe
cuffiette o cuffie con auricolare
lettore audio

IL NASO FUORI - Sviluppo di competenze di cittadinanza attraverso il mobile learning - narrazioni artigianali nel quartiere

Abstract: 
Ricerca sul territorio relativa alle botteghe artigiane, con raccolta di testimonianze degli artigiani e di documentazioni audio e video sui tipi di lavoro, sulle imprese, sul mercato e sulla clientela di un mondo che, pur con grandi difficoltà, continua a rappresentare un tessuto lavorativo importante.
Il progetto complessivo mira a sviluppare negli alunni competenze multiple, trasversali e curricolari, come competenze relazionali, collaborative, linguistiche, digitali, di cittadinanza. Saranno guidati a costruire un nuovo modo trasversale di imparare e costruire narrazioni a più voci che sviluppino conoscenze sulla storia del territorio, sul funzionamento delle imprese artigianali e cooperative dal punto di vista economico-legislativo, storico e culturale. 
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Settembre, 2016
Autori : 
Guppo CLAN TIC
Antonella Caggiano
Bruno Caiano
Alessandro De Bono
Federico Pellizzi

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
Tablet
PC
smartphone
Calameo
BookCreator
Padlet
Google Drive
Thinglink.

Discipline Coinvolte:

Genova, i suoi corsi d’acqua e la loro storia.

Abstract: 
Il progetto sarà realizzato in una classe IV di scuola primaria, durante le ore curriculari.
La finalità principale è quella  di incrementare la condivisione di esperienze dI apprendimento collaborativo e inclusivo attraverso un obiettivo di ricerca comune. L’uso di TIC per gli alunni assume un valore stimolante per la ricerca e la creatività, propenso alla costruzione di un ambiente di lavoro motivante per tutti e facilitante per gli alunni con bisogni educativi speciali sia dal punto di vista didattico che educativo. Gli alunni attraverso la  conoscenza-base dei sistemi informatici per la creazione  e la ricerca di immagini, collaboreranno alla costruzione di una presentazione  sviluppando capacità di individuazione degli elementi importanti e della loro  relazione, all’interno dell’argomento.
Gli alunni saranno stimolarti in modo da rendere l’apprendimento meno nozionistico e più divertente tenendo sempre presente le singole esigenze di apprendimento degli alunni  e focalizzando l’attenzione di ogni alunno sul metodo di studio, permettendo a tutti gli alunni anche quelli con particolari difficoltà (BES) di essere attivi, collaborativi e consapevoli nell’uso degli strumenti e flessibili nell’impiego delle strategie. L’obiettivo didattico è quello di stimolare la curiosità rendendo gli alunni attivamente partecipi alla creazione della presentazione, sviluppando e affinando abilità comunicative e rendendo gli alunni capaci di analizzare i  dati a loro disposizione e di organizzarli scegliendo un criterio logico di esposizione.
Fase warm-up : inizialmente agli alunni verrà fatto vedere un video semplice e riassuntivo riguardante la storia del territorio di Genova.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Luglio, 2016
Autori : 
Gruppo Le 3.0
Maria Bazzano
Maria Bordesi
Patrizia Ponzanelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
AUDACITY
ARAWORD
WinCmapTools_v5-05-01
Hotpototes
Question Writer
Macchina fotografica
Pen Key

Discipline Coinvolte:

IN FONDO AL MAR …

Abstract: 
Partendo da una notizia su un quotidiano locale riguardante un incidente all’oleodotto della IPLOM, gli alunni dovranno acquisire informazioni più particolareggiate in merito al fatto avvenuto, conoscere l’utilizzo delle risorse presenti nel proprio territorio in relazione al settore secondario specifico, valutare l’intervento dell’uomo sul territorio stesso e sull’ambiente. Il percorso dovrebbe condurre gli alunni a riflettere sulla stretta connessione tra equilibrio naturale e antropizzazione dell’ambiente.
I bambini saranno guidati, mano a mano, nella realizzazione di prodotti diversi fra loro, ma utili a sintetizzare in modo semplice ed efficace i contenuti raccolti che dovranno organizzare nelle slides di una  presentazione PPT , utilizzata per un quadro completo del lavoro svolto insieme e a gruppi, nonchè per fungere da supporto alla presentazione dell’argomento di fornte agli alunni delle altre classi.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Maggio, 2016
Autori : 
Gruppo LE SIRENETTE AVVENTURIERE
Daniela Simoni
Paola Macelloni
Laura Benedetti

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
Programma per presentazioni
Videocamera digitale
Scanner
Documento writer

SCAMBIAMOCI I CASTELLI DI CARTA

Abstract: 
l progetto intende sia far approfondire agli studenti la tematica del riciclo della carta nel nostro Paese sia far sperimentare direttamente la collaborazione a distanza per scambiare informazioni su un argomento specifico, partecipando a reti collaborative in ambienti virtuali. In particolare, la comunicazione tramite Internet consentirà agli studenti, con la guida ed il supporto costanti da parte dell’insegnante, di riflettere sui vantaggi e sulle criticità dell’utilizzo delle più recenti possibilità comunicative (e-mail, blog, chat, videoconferenza, …), di scambiare messaggi con selezionati contatti nel proprio territorio e con coetanei che abitano in altre città e di realizzare e gestire un blog in cui discutere e pubblicare i propri elaborati.
All’inizio dell’anno, in sede di Consiglio di Classe, gli insegnanti illustrano ai genitori il progetto, il suo scopo e le modalità di svolgimento. Essi precisano quali ed in che modo verranno impiegati gli strumenti di ricerca, di comunicazione e collaborazione in rete (motori di ricerca, e-mail, blog, videoconferenze, social network, ecc.), sottolineando come risulti fondamentale, per gli alunni, utilizzare la tecnologia in modo consapevole e responsabile, conoscere le basi di una buona comunicazione verbale veicolata da un pc o da un qualunque dispositivo mobile; nonché come l’acquisizione di competenze digitali faciliterà loro l’ingresso in una realtà più complessa qual è la scuola secondaria di primo grado.
In tale circostanza i genitori rilasciano il consenso a far assegnare a ogni alunno una password scolastica[1] che rimarrà in funzione per l’intera durata del progetto, unitamente al permesso che i loro figli usino, anche fuori dalla scuola, il device mobile in dotazione alla scuola o quello personale per catturare immagini ed effettuare interviste inerenti al progetto. Gli insegnanti ottengono, inoltre, l’autorizzazione per condividere sul web il materiale prodotto nel corso delle diverse fasi del progetto e per organizzare un video-incontro in classe.
Al termine dell’incontro, i docenti formalizzano la mailing-list che include in CCN, così da mantenere la privacy, le mail delle famiglie coinvolte nel progetto alle quali la scuola possa inviare la scheda dettagliata del progetto ed ogni ulteriore comunicazione.
Anche tra i banchi di scuola (setting della classe – v. allegato), in un incontro preliminare con i propri alunni, gli insegnati spiegano il tema e le fasi del progetto, da realizzare in collaborazione con altre scuole.
 

[1] Il tecnico di laboratorio provvederà a generare le password e gli alunni potranno usare la piattaforma della scuola (sito ufficiale della scuola, registro elettronico, …) per inviare messaggi.

 

Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo TIC2m.0
Maria Chiara Giacomucci
Daniela Latino
Diletta Maffei
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
YouTube
Padlet
Fotocamera
Skype
WhatsApp

L’ Energia Solare

Abstract: 
L’attività è destinata alla Scuola Secondaria di Primo Grado, in particolare ad una classe III. L’argomento, l’energia solare quale esempio di energia  rinnovabile, con i suoi vantaggi e svantaggi, rientra nell’ambito del curricolo verticale dell’area scientifico-tecnologica con un legame profondo anche con l’ambito di Italiano, Storia_e Geografia. L’attività verrà svolta proponendo agli alunni un percorso di ricerca  sul WEB pianificato in fasi successive ed illustrato con la LIM, in maniera sincrona allo stato di avanzamento della classe, in modo da  consentire agli stessi di acquisire abilità ad orientarsi nella quantità di informazioni e di valutarne criticamente l’attendibilità. Al termine sarà realizzato  quale prodotto finito una presentazione su padlet, quale sintesi ed elaborazione del processo di ricerca, con citazione delle fonti web utilizzate. L’argomento  contribuisce a  diffondere la consapevolezza alcuni grandi problemi dell’attuale condizione umana: la crisi energetica,  la distribuzione ineguale delle risorse e il degrado ambientale. Questi i traguardi per le competenze:
-La competenza in campo scientifico si riferisce alla capacità e alla disponibilità a usare l’insieme delle conoscenze e delle metodologie possedute per spiegare il mondo che ci circonda sapendo identificare le problematiche e traendo le conclusioni che siano basate su fatti comprovati .L’alunno diventa  consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse, nonché dell’ineguaglianza dell’accesso a esse, e adotta modi di vita ecologicamente responsabili
-La competenza in campo tecnologico è considerata l’applicazione di tale conoscenza e metodologia per dare risposta ai desideri o bisogni avvertiti dagli esseri umani. L’alunno conosce i principali processi di trasformazione di risorse o di produzione di beni e riconosce le diverse forme di energia coinvolte
-allo stesso modo le energie rinnovabili sono temi di forte rilevanza geografica, in cui è essenziale il raccordo con le discipline scientifiche e tecniche. Il punto di convergenza sfocia nell’educazione al territorio, intesa come esercizio della cittadinanza attiva, e nell’educazione all’ambiente e allo sviluppo. L’alunno osserva, legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani, nello spazio e nel tempo e valuta gli effetti di azioni dell’uomo sui sistemi territoriali alle diverse scale geografiche
- Trasversalmente a tutte le discipline, l’attività permette di acquisire un aspetto della competenza CHIAVE Europea: Competenze digitali. Conoscere le proprietà e le caratteristiche dei diversi mezzi di comunicazione ed essere in grado di farne un uso efficace e responsabile rispetto alle proprie necessità di studio e socializzazione. La competenza digitale consiste nel saper usare con dimestichezza e in modo critico le tecnologie della società dell’informazione (TSI) e richiede quindi abilità di base nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo DGTeacher
Emilio Gatti
Alessandra Passini
Emanuela Fausti
Mira Carello
Cinzia Bollini

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
MS Office
Internet Explorer
Classflow

RICERCA NEL WEB SUL CONCETTO DI INFINITO

Abstract: 
L’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matemL’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matematico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.atico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo TIC2m.0
Diletta Maffei
Daniela Latino
Maria Chiara Giacomucci
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
smartphone
Symbaloo
Popplet
Diigo
Evernote
YouTube
www.tes.com
www.questbase.com
Padlet

A spasso per Levanto

Abstract: 
Per questo modulo abbiamo progettato un'attività per gli alunni di una classe quinta, venti in tutto, di cui fa parte anche un bambino, Gabriele, con disturbo specifico della scrittura.
 
L'attività fa parte di un progetto di gemellaggio tra classi parallele geograficamente lontane, già avviato nel precedente anno scolastico. Gli alunni, nell'anno precedente, hanno avuto l'opportunità di conoscere la classe “gemella” attraverso la corrispondenza epistolare classica e l'utilizzo di skype in aula.
 
Quest'anno, il progetto proseguirà e porterà i bambini a conoscere ed utilizzare le mail per comunicare, e a sfruttare Google Drive come spazio per creare in gruppo e per condividere con la classe.
 
L'attività è suddivisa in  tre fasi e si svolge sia a scuola (in un'aula attrezzata con la lim e  nel laboratorio di informatica) sia sul territorio; le attività porteranno i bambini a:
1)       conoscere la struttura di una  mail e  produrne una da inviare alla classe gemella;
2)       progettare un tour virtuale e produrre materiali digitali ususfruendo di google Drive, collaborando prima in piccoli gruppi tematici, poi nel grande gruppo classe, con la possibilità di effettuare uscite sul territorio;
3)       inviare una mail conclusiva alla classe “gemella” in cui viene indicato il link per accedere al tour virtuale;
 
Questo progetto sviluppa  alcune delle competenze-chiave europee :
·         comunicazione nella madrelingua: gli alunni  si confrontano, creano testi scritti, imparano a calibrare il registro linguistico e stilistico a seconda dello scopo da perseguire;
·         competenza digitale perché gli alunni sperimentano le divese tiologie di comunicazione digitale;
spirito di iniziativa ed imprenditorialità poiché agli studenti è richiesto di pianificare l'attività da creare, all'interno di un clima collaborativo e rispettoso del prossimo.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Ottobre, 2017
Autori : 
Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
pc portatile
MS Office
correttore ortografico
sintesi vocale
posta elettronica
Google Drive
fotocamera digitale
Abode Reader
Prezi
Skype

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
tecnica cooperativa del jigsaw, tutorial

Pagine

Abbonamento a Geografia