Scienze sociali

La forza dei diritti

Abstract: 
L’attività proposta si inserisce nella programmazione interdisciplinare di Storia Italiano e Diritto di una classe prima di un Istituto, tecnico o professionale, di scuola secondaria di II grado.
L’attività verrà svolta nel secondo periodo(gennaio-febbraio) in relazione all’approfondimento di:
  • Storia -  Atene culla di libertà
  • Diritto - La Costituzione Italiana e normativa internazionale sul Diritto alla parola
  • Italiano – Il testo narrativo: 1984 di G. Orwell
 
Le attività previste allo svolgimento delle varie fasi sono:
  • Lettura integrale domestica del romanzo “1984”
  • Visione integrale del film “Agorà”
  • Brainstorming alla LIM
  • Lezione frontale
  • Costruzione di presentazioni in Cooperative Learning utilizzando software open Source “Prezi”
  • Costruzione di un glossario con termini tecnici per alunni DSA
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-IV-2016
Data: 
Novembre, 2016
Autori : 
Gruppo BiellanoLIMit
Frugis Antonella
Garella Alessandra
Inglese Andrea
Scarangella Domenico

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
Google Maps
Google Drive
Google Documenti
Google Presentazioni
Youtube
Prezi

IN FONDO AL MAR …

Abstract: 
Partendo da una notizia su un quotidiano locale riguardante un incidente all’oleodotto della IPLOM, gli alunni dovranno acquisire informazioni più particolareggiate in merito al fatto avvenuto, conoscere l’utilizzo delle risorse presenti nel proprio territorio in relazione al settore secondario specifico, valutare l’intervento dell’uomo sul territorio stesso e sull’ambiente. Il percorso dovrebbe condurre gli alunni a riflettere sulla stretta connessione tra equilibrio naturale e antropizzazione dell’ambiente.
I bambini saranno guidati, mano a mano, nella realizzazione di prodotti diversi fra loro, ma utili a sintetizzare in modo semplice ed efficace i contenuti raccolti che dovranno organizzare nelle slides di una  presentazione PPT , utilizzata per un quadro completo del lavoro svolto insieme e a gruppi, nonchè per fungere da supporto alla presentazione dell’argomento di fornte agli alunni delle altre classi.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Maggio, 2016
Autori : 
Gruppo LE SIRENETTE AVVENTURIERE
Daniela Simoni
Paola Macelloni
Laura Benedetti

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
Programma per presentazioni
Videocamera digitale
Scanner
Documento writer

RICERCA NEL WEB SUL CONCETTO DI INFINITO

Abstract: 
L’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matemL’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matematico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.atico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo TIC2m.0
Diletta Maffei
Daniela Latino
Maria Chiara Giacomucci
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
smartphone
Symbaloo
Popplet
Diigo
Evernote
YouTube
www.tes.com
www.questbase.com
Padlet

Noi, piccoli cittadini savonesi

Abstract: 
Dopo aver compreso lo strumento “posta elettronica”, gli alunni, divisi a coppie, dovranno scrivere ed  inviare una mail agli  assessorati del Comune di Savona nell’ambito del progetto didattico “La consulta dei bambini” che prevede la presenza dei ragazzi nel Consiglio Comunale della Città di Savona.
La mail dovrà essere composta in modo adeguato (indirizzo del mittente, indirizzo del destinatario, oggetto, messaggio breve, paragrafi brevi, spaziatura tra i paragrafi, firma) con un codice linguistico adatto al destinatario, con l’inserimento di  un allegato (Scheda di intervista all’assessore).
Il feedback finale dell’insegnante indicherà agli alunni eventuali modifiche.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Ottobre, 2017
Autori : 
Gruppo ASK Savona
ERISPO Silvia
GUALCO Caterina Kety

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
posta elettronica

Discipline Coinvolte:

Metodologia Didattica:

Altra Metodologia didattica: 
brainstorming, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving

Io sono "sicuramente"....connesso !

Abstract: 

Gli studenti sono invitati a riflettere su come trasferire il concetto di buon cittadino a quello di buon cittadino digitale. L’argomento prescelto è trasversale a tutte le discipline, in quanto fa parte di quella formazione necessaria all’introduzione e corretto uso delle nuove tecnologie sia a scuola che nella vita. Al termine dell’attività gli alunni dovranno produrre un documento (video, ppt, un cartellone) con le regole d’oro per navigare in internet in modo sicuro, etico e senza rischi.

 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL 14/15-2]
Data: 
Novembre, 2015
Autori : 
Gruppo LES

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Google docs
Google apps
Kahoot
PPT
tablet
telefono
chat
Edmondo
Canvas
Glogster

Discipline Coinvolte:

La comunicazione tra codici e tecnologia

Abstract: 

L’attività nasce dall’idea di proporre lo studio di alcune discipline,(Storia, Diritto, Matematica e Informatica, (anche Storia dell’arte e Religione) in modo nuovo e più stimolante per gli studenti del ventunesimo secolo. L’impostazione della didattica tradizionale forza gli studenti in uno studio mnemonico, meccanicistico e parcellizzato, e ciò non consente loro di sviluppare autonomamente e consapevolmente, quelle capacità critiche e valutative, necessarie a raggiungere un livello di competenze organico e completo. Questo lesson plan costituisce un raccordo tra più discipline, che osservano il tema della comunicazione da punti di vista differenti, pur conservando un’unitarietà di competenze ed obiettivi comuni all’interno delle stesse discipline. Il tema della “comunicazione”, in un viaggio tra passato e presente, consentirà ai discenti di ripercorrere le tappe più salienti, affrontate dall’umanità, attraverso testimonianze storiche, reperti e fonti. Inoltre, consentirà loro di confrontare con sapiente consapevolezza, i differenti stili di comunicazione nel passato  (dai graffiti, alla Bibbia, all’invenzione della carta) e nel presente ( tutte le forme consentite dal web) e di interrogarsi sul perché sia stato così difficile per l’uomo, comunicare ad altri simili, regole di convivenza civile, codici di comportamento o regole commerciali, per costruire solide basi per le relazioni di scambio tra popoli, di condivisione di beni o di gestione del bene comune. L’individuazione di eventuali analogie o differenze, tra le forme di comunicazione di ieri e di oggi, favorirà nei discenti discussioni sulla valenza di questo patrimonio del passato, che ci è stato tramandato con così grande cura e che ha consentito a noi oggi di raggiungere livelli tecnologici così potenti, che possiamo comunicare con tutto il mondo in un battito d’ali. Lo sviluppo della lesson plan, secondo le discipline di riferimento e concorrenti del primo biennio, partirà da contesti appartenenti alla vita reale dei discenti della prima classe di un Istituto secondario, per esempio la lettura del Regolamento d’Istituto, per indagare, in modo critico e costruttivo, quelli che sono stati gli aspetti essenziali della comunicazione dell’uomo, attraverso i secoli, in tutte le sue forme, iconografiche, verbali, scritte o codificate. La discussione in piccoli gruppi circa i vantaggi o gli svantaggi della comunicazione ieri ed oggi, consentirà,ad ogni discente, attraverso scambi di idee ed opinioni, di costruire conoscenze profonde e consolidate. Proporre ai ragazzi lo studio dell’argomento proposto, mediante materiali tratti dal Web è un valore aggiunto, che stimola la curiosità e l’applicazione ad apprendere in modo interattivo e moderno, così come si conviene a cittadini attivi, critici e consapevoli.       
 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL14/15-2]
Data: 
Ottobre, 2015
Autori : 
Gruppo M.I.D.I.
Iacovazzo Francesco
Mottola Rosa
Pichero Vincenzo
Elisabetta Dell’Atti

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet
MS Office
Geogebra
smartphone

Analisi in sicurezza del cyberbullismo

Abstract: 

Argomento: Clima di classe e Bullismo

 

Nome del Corso EPICT: 
eSafety [IPRASE]
Data: 
Gennaio, 2016
Autori : 
Gruppo Matisse
Bezzi Ilaria
Boselli Giacomo
Facchinetti Oliviero
Nicosia Rossella
Savito Giulia

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
smartphone
Moodle

Sondaggio sull'uso consapevole dei nuovi strumenti di comunicazione elettronica e social network

Abstract: 

La finalità del progetto è di guidare gli alunni ad un uso sempre più consapevole dei social network e degli altri strumenti elettronici di comunicazione e in senso più strettamente didattico ad un empowerment rispetto alle loro molteplici funzionalità, spendibili validamente anche a scuola. Gli studenti, dopo una riflessione sul tema, saranno chiamati ad elaborare loro stessi in modalità di cooperative learning le domande da porre nel sondaggio e dopo che il sondaggio sarà somministrato, la produzione di report con analisi dei dati. L'elaborazione definitiva del sondaggio attraverso Moduli di Google, è ovviamente guidata e monitorata dall'insegnante perché si ritiene che affinché il sondaggio sia davvero significativo in vista di una fruzione anche, eventualmente, da parte dell'intero istituto sia comunque necessaria un’attenta  rielaborazione da parte di un docente competente.

Nome del Corso EPICT: 
[Iprase-I-2017]
Data: 
Luglio, 2016
Autori : 
Gruppo ERMES
Cristina Gallino
Maria Arcidiacono
Rita Mignani

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Classroom
Google Drive
Padlet
Moduli di Goolge

Discipline Coinvolte:

Parlare per immagini: la CCA come strumento di inclusione

Abstract: 

Negli ultimi anni la Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CCA) si è rivelata essere un valido,
ed in alcune situazioni l’unico, strumento di comunicazione con soggetti con gravi compromissioni nel linguaggio verbale; la duttilità e l’adattabilità di questo strumento ha permesso agli studiosi di testare la sua efficacia in situazioni anche molto lontane fra loro ed uno dei campi in cui ha data migliori risultati è quello delle persone con diagnosi dello spettro autistico (ASD).

In questo tipo di situazione si possono avere gravi compromissioni della comunicazione verbale associate a diversi tipi di comorbidità che ne accentuano ancora di più la gravità e spesso la comunicazione per immagini risulta essere l’unica possibile.

In questo caso siamo in una classe terza di un istituto professionale ad indirizzo Socio Sanitario; Giovanni è un ragazzo con ASD che presenta aree deficitarie tipiche che vanno dal linguaggio alle relazioni sociali agli interessi ripetitivi e spesso stereotipati.

Mostra discrete capacità visuo-percettive e una buona coordinazione occhio-mano che gli permette una manualità tale da giungere ad un sufficiente uso di tecnologie informatiche.

Ha una buona relazione con gli adulti e, nel corso degli anni ha stabilito un buon rapporto con i compagni di classe, ai quali si è legato nel corso degli anni al punto da permettere ad alcuni di loro anche un buon contatto fisico; questi studenti svolgeranno il loro periodo di Alternanza Scuola Lavoro partecipando ad un particolare progetto che prevede attività con persone con ASD e stanno frequentando lezioni formative dedicate in proposito.

Giovanni non tollera le frustrazioni e mostra una scarsa regolazione emotiva, cosa che ha rallentato molto il suo rapporto con i pari età e con tutti quelli  che non hanno le competenze adatte per comunicare con lui.

Ha bisogno di una forte strutturazione delle attività e usa da qualche anno con gli insegnanti ed anche con il gruppo ristretto dei compagni di classe la CAA. Presenta una grossa sensibilità ai rumori forti ed mostra una grossa attenzione verso le immagini con buone capacità di discernimento e lettura delle indicazioni, in particolare quando sono presenti nelle immagini temi per lui ricorrenti.

Dal punto di vista motorio è abbastanza coordinato negli arti superiori mentre mostra scoordinazione nell’uso degli arti inferiori, cosa che gli procura una lentezza nella deambulazione che vive, in alcune situazioni, con forte frustrazione; son presenti le autonomie di base anche se spesso chiede aiuto ma manca assolutamente la capacità di pianificazione.

Nel corso del tempo i ragazzi hanno imparato ad usare discretamente la CAA come mezzo di comunicazione con Giovanni che ha mostrato di

gradire in particolar modo foto con rappresentazioni reali invece di disegni stilizzati, soprattutto quelle in cui è raffigurato lui o alcuni dei suoi compagni di classe; si è pensato di sfruttare la predilezione anche perché oramai il quaderno di CAA è diventato pieno di pagine e difficoltoso nell’utilizzo; bisogna inoltre pensare che il ragazzo reagisce alla frustrazione o all’incomprensione con periodi di silenzio o con scatti di rabbia; a questo punto, con l’aiuto degli insegnanti di sostegno e degli insegnanti del C.d.C. si è pensato di utilizzare strumenti di comunicazione in CAA più agili e veloci nell’utilizzo.

Nome del Corso EPICT: 
[BES IPASE 2016/17]
Data: 
Marzo, 2017
Autori : 
Gruppo Tappa
Alessandra Gaburri
Angelo Fioravanti
Daniela De Concini
Ilaria Bezzi
Marco Parisi
Maria Luisa Mosna
Pasquale Tappa

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
tablet
fotocamera
pc
MS Office
Blu(e)
Araword
Gimp

Discipline Coinvolte:

Videonotes

Abstract: 

E' un servizio per caricare video e fare del "social reading". Le note che si appongono al video possono essere condivise con altri e il file si può salvare nel proprio Drive. Bell'idea per la Flipped Classroom; a maggior ragione se supportata da Classroom (G Suite for Education).

Lingua:

Destinatari:

Pagine

Abbonamento a Scienze sociali