Storia

A spasso per Levanto

Abstract: 

Per questo modulo abbiamo progettato un'attività per gli alunni di una classe quinta, venti in tutto, di cui fa parte anche un bambino, Gabriele, con disturbo specifico della scrittura.
 
L'attività fa parte di un progetto di gemellaggio tra classi parallele geograficamente lontane, già avviato nel precedente anno scolastico. Gli alunni, nell'anno precedente, hanno avuto l'opportunità di conoscere la classe “gemella” attraverso la corrispondenza epistolare classica e l'utilizzo di skype in aula.
 
Quest'anno, il progetto proseguirà e porterà i bambini a conoscere ed utilizzare le mail per comunicare, e a sfruttare Google Drive come spazio per creare in gruppo e per condividere con la classe.
 
L'attività è suddivisa in  tre fasi e si svolge sia a scuola (in un'aula attrezzata con la lim e  nel laboratorio di informatica) sia sul territorio; le attività porteranno i bambini a:
1)       conoscere la struttura di una  mail e  produrne una da inviare alla classe gemella;
2)       progettare un tour virtuale e produrre materiali digitali ususfruendo di google Drive, collaborando prima in piccoli gruppi tematici, poi nel grande gruppo classe, con la possibilità di effettuare uscite sul territorio;
3)       inviare una mail conclusiva alla classe “gemella” in cui viene indicato il link per accedere al tour virtuale;
 
Questo progetto sviluppa  alcune delle competenze-chiave europee :
·         comunicazione nella madrelingua: gli alunni  si confrontano, creano testi scritti, imparano a calibrare il registro linguistico e stilistico a seconda dello scopo da perseguire;
·         competenza digitale perché gli alunni sperimentano le divese tiologie di comunicazione digitale;
spirito di iniziativa ed imprenditorialità poiché agli studenti è richiesto di pianificare l'attività da creare, all'interno di un clima collaborativo e rispettoso del prossimo.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Ottobre, 2017

Autori : 

Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
pc portatile
MS Office
correttore ortografico
sintesi vocale
posta elettronica
Google Drive
fotocamera digitale
Abode Reader
Prezi
Skype

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Altra Metodologia didattica: 

tecnica cooperativa del jigsaw, tutorial

Progetto Blog

Abstract: 

La costruzione di un Blog, rivolto principalmente a ragazzi della scuola, che come proposta mira a dare continuità nel tempo alle esperienze didattiche e interpersonali che avvengono all’interno di una classe di liceo. Riteniamo l’attività funzionale a migliorare la comunicazione digitale con i nuovi strumenti, con una funzione di archivio delle esperienze e approfondimento continuo.
Il valore di questa attività consiste nella possibilità di partecipare alla costruzione di un lavoro comune coltivando i propri interessi e consolidando il senso di appartenenza alla classe.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Ottobre, 2017

Autori : 

Gruppo La scala
Fabiano Belfiore
Paola Burani
Maria Teresa Repetto
Lucia Troilo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
tablet

Discipline Coinvolte: 

Altra Metodologia didattica: 

Mobile learning

Il culto dei morti nella società egizia: ricerca in rete per approfondimento

Abstract: 

Siamo in una classe quarta di scuola primaria composta da 21 alunni con due bambini con BES ( un bambino con disabilità certificata rispetto alle  legge 104/92  e un bambino con Bes senza certificazione).
 
Ricerca su Internet in ambiente protetto (siamo in una scuola primaria) con Webquest.
 
Dopo aver letto e conosciuto tutti gli aspetti della civiltà egizia attraverso il libro di testo adottato  digitale e accessibile, l’insegnante propone un approfondimento e gli alunni si dimostrano interessati all’argomento sul culto dei morti pieno di mistero. A questo punto l’insegnante prepara, dopo un’attenta ricerca, un elenco di siti che possano fornire agli alunni informazioni (di vario tipo: testo, immagini, video) per approfondire. In classe spiega come avviene la ricerca su internet, l’uso delle parole-chiave, l’attendibilità di siti e fonti. Poi affida il compito agli alunni divisi in gruppi con un pc portatile per farli sperimentare direttamente sul campo. Tutto ciò che trovano e ritengono utile al compito, viene salvato (prima si salva il sito tra i preferiti per poterlo poi riprendere in un secondo momento, poi le informazioni utili vengono copiate ed incollate e arricchite con le immagini trovate in rete e presenti nella cartella preparata dall’insegnante).
Al termine compilazione da parte di ogni alunno  di una scheda per l’’autovalutazione (fornita sia in versione digitale sia cartacea)
 (max 1000 caratteri) (max 1000 caratteri)

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Luglio, 2017

Autori : 

Gruppo ASK Savona
Erispo Silvia
Gualco Caterina Kety

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
pc portatile
LIM
videoproiettore
programma C-map

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Metodologia Didattica: 

Altra Metodologia didattica: 

brainstorming, web quest, exploratory learning,, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving, mappe concettuali, visual learning,

Alla casa delle tavolette

Abstract: 

Per questo modulo abbiamo progettato un'attività per gli alunni di una classe quarta, diciotto in tutto, di cui fa parte anche una bambina, Donata, con mutismo selettivo.
 
L'attività è progettata per far conoscere ai bambini particolari aspetti della cultura sumera (la scrittura e l’esperienza nella casa delle tavolette) attraverso un approccio pluridisciplinare che coinvolge italiano, storia e tecnologia.
 
 
L'attività è suddivisa in quattro fasi e si svolge sia aula sia nel laboratorio di informatica e prevede per i bambini un lavoro in grande gruppo e uno individuale.
 
Inizialmente i bambini saranno accompagnati nella conoscenza dell’argomento attraverso la lettura di un testo narrativo che ha come protagonista un bambino che frequenta la Casa delle tavolette; successivamente ognuno di loro si cimenterà nell’attività principale della Casa delle tavolette, cioè produrrà una tavoletta manualmente e condividerà il prodotto con l’intera classe attraverso la creazione e presentazione di una slide utilizzando PowerPoint.
 
Questo progetto sviluppa alcune delle competenze-chiave europee:
·         Comunicazione nella madrelingua: ai bambini è richiesto di creare un PowerPoint e quindi di produrre un testo efficace da accompagnare alle immagini;
Competenza digitale: il prodotto finale permette ai bambini di accrescere il loro livello di abilità e conoscenza per quanto riguarda l’utilizzo di strumenti digitali, in questo caso PowerPoint;

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Dicembre, 2017

Autori : 

Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
fotocamera digitale
smartphone
Adobe Reader
MS Office
Plickers
MS Office
Zeetings
Google Drive
photo viewer

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Metodologia Didattica: 

Altra Metodologia didattica: 

brainstorming, drill & practice, role-playing

La civiltà greca

Abstract: 

Il lavoro proposto è un approfondimento che riguarda la civiltà greca.. Partendo da una mappa riassuntiva, già creata insieme agli alunni al termine della conoscenza dei vari aspetti della civiltà greca, i bambini, divisi in gruppi, si occuperanno di un indicatore di civiltà  (luogo e tempo- organizzazione sociale, religione, cultura , vita quotidiana) .
Insieme creeranno alcune diapositive inserendo un’immagine (presa dalla cartella presente sul desktop preparata dall’insegnante) e una breve didascalia. Al termine l’insegnante acquisirà le varie diapositive, le uniformerà come carattere e le inserirà in un’unica presentazione PPT che verrà salvata sulla chiavetta USB di ogni alunno e utilizzata come materiale per il recupero e il rinforzo
Attività proposta ad una classe quinta di scuola primaria, composta da 15  alunni di cui due con BES (uno con certificazione Legge 104 seguito da insegnante di sostegno e l’altro senza certificazione).

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Dicembre, 2017

Autori : 

ASK Savona
Gualco Caterina Kety
Erispo Silvia

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
pc portatile
chiavetta USB
libro digitale
MS Power Point

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Altra Metodologia didattica: 

peer to peer visual learning, mappe concettuali, demonstrations

Ecco a voi la nostra città

Abstract: 

La classe di riferimento è una quinta primaria di venti alunni, tra cui Tommaso, un bambino con ipoacusia.
 
L'attività fa parte di un progetto di gemellaggio tra classi parallele geograficamente lontane, già avviato nel precedente anno scolastico. Gli alunni, nell'anno precedente, hanno avuto l'opportunità di conoscere la classe “gemella” attraverso la corrispondenza epistolare classica e l'utilizzo di Skype in aula, mentre in questo anno i bambini hanno sperimentato l'utilizzo delle mail come mezzo comunicativo.
 
Per questo modulo ci soffermeremo sulla creazione di una presentazione da parte dei bambini, che dovranno presentare la loro città ai compagni “gemelli”, e per farlo dovranno creare e scaricare da internet immagini digitali. In modo particolare, le attività di questo modulo si possono suddividere in tre momenti:
 
  • in un primo momento si dovrà riportare nella memoria dei ragazzi l'utilizzo di programmi appositi per la produzione di immagini e la loro modifica già affrontati negli anni precedenti (Paint e PowerPoint) → Attività individuali;
  • Successivamente si passerà al progetto vero e proprio: ricerca e schematizzazione di informazioni, produzione o download da internet di immagini, creazione della presentazione → attività in piccolo gruppo;
  • Infine la classe dovrà contribuire, attraverso un processo decisionale guidato all’insegnante, a creare un'infografica in Piktochart sotto forma di locandina pubblicitaria e una presentazione interattiva → attività di grande gruppo;
 
Questo progetto sviluppa alcune delle competenze-chiave europee:
  • Comunicazione nella madrelingua: gli alunni si confrontano, creano testi scritti, imparano a calibrare il registro linguistico e stilistico a seconda dello scopo da perseguire;
  • Competenza digitale: gli alunni producono immagini digitali; sperimentano diversi programmi per modificare immagini; vengono a conoscenza dell’esistenza dei diritti di utilizzo per immagini scaricate da internet;
  • spirito di iniziativa ed imprenditorialità: gli studenti pianificano l'attività da creare, all'interno di un clima collaborativo e rispettoso del prossimo.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Novembre, 2017

Autori : 

Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
correttore ortografico
internet
GoogleDrive
fotocamera digitale
AdobeReader
MS Office
Paint
zeetings
scrren-cast-o-matic
video player

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Società sostenibili: natura, cultura, politica

Abstract: 

Usare e proporre la metafora dei semi delle piante e delle migrazioni stagionali animali, per riflettere sugli spostamenti di profughi e sul problema delle modificazioni climatiche. Il tema della biodiversità è una ricchezza nel mondo naturale, ma anche una società multietnica può esserlo sempre che esistano delle regole condivise.

Comprendere le cause che spingono gli esseri viventi a migrare per accettare le differenze, competere lealmente, rispettare le regole civili.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2017

Data: 

Giugno, 2017

Autori : 

Gruppo La scala
Fabiano Belfiore
Lucia Troilo
Maria Teresa Repetto
Paola Burani

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
tablet
iPad
LIM
stampante
scanner
macchina fotografica/cellulare

Metodologia Didattica: 

Altra Metodologia didattica: 

visual learning, goal-based, brainstorming

L’idea del potere: dalla storia ai media

Abstract: 

L’argomento si inserisce all’interno di un percorso concepito come progetto didattico da articolare in più fasi. Immaginando di costruirlo in una prospettiva di potenziamento delle attività annuali della classe a cui è rivolto, esso mira ad una indagine e riflessione sull’idea del potere nel corso della storia, della letteratura, dell’arte fino ad arrivare ai giorni nostri. Oggi il potere si trasmette e si produce attraverso le più disparate forme di comunicazione di massa, che sono diventate veicolo continuo di immagini, testi, messaggi, investendo ogni ambito della vita politica, economica e sociale. Docenti e studenti saranno impegnati in un percorso di confronti tra i personaggi che hanno rappresentato il potere nella storia, di ieri e di oggi, di lettura di grandi opere che hanno trasmesso questa idea, di visualizzazione di immagini che la veicolano quotidianamente. Coerentemente con l’argomento scelto, l’uso della tecnologia in classe sarà fondamentale per approfondire e rafforzare i contenuti appresi mediante risorse tradizionali. Si partirà, dunque, da un percorso storico volto a confrontare due grandi personaggi che hanno rappresentato l’idea del potere, seppur in epoche diverse: Alessandro Magno e Hitler. Dei personaggi verrà analizzata la vita e le azioni all’interno del contesto storico di riferimento. Seguirà un percorso letterario che partirà dal Cinquecento e dall’analisi del Principe di Machiavelli, fino a toccare alcuni grandi autori della letteratura contemporanea, Pasolini e Oriana Fallaci, dei quali verrà analizzato il loro rapporto con il potere. La tematica, poi, abbraccerà un percorso artistico e, infine, contemporaneo attraverso la discussione delle nuove forme di potere, indubbiamente esercitate dai mass media e dai social media. Video, testi, foto, saranno alla base di questo percorso con la funzione di input per cercare, approfondire e sviluppare al meglio l’argomento trattato. Tutto il percorso si svolgerà su strategie costruttiviste e costruttiviste sociali in quanto ogni singola tematica verrà trattata partendo da contenuti multimediali. Essi apriranno e chiuderanno ogni micro-percorso al fine di fare della tecnologia un valido strumento di supporto e approfondimento alle attività didattiche

 

Nome del Corso EPICT: 

[ADL 14/15-2]

Data: 

Dicembre, 2015

Autori : 

Gruppo Megàle Ellàs
Maria Carmen Calvi
Claudio Panaia
Ilario Cavallo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

LIM
tablet
Ted-Ed
Wordle
e-book creator
Picasa
Glogster

Discipline Coinvolte: 

Emigrazione e immigrazione: un’Italia dal doppio volto

Abstract: 

L’obiettivo di questa LessonPlan è quello di far luce su uno degli aspetti più

urgenti del nostro presente, quello dell’immigrazione. Il progetto prevede un
percorso retrospettivo che parte dall’analisi dei grandi flussi migratori del
Novecento fino ai giorni nostri, innestandosi nel doppio filone emigrazione e
immigrazione. Il lavoro mira a inserirsi in una tradizione storico-letteraria
consistente e attuale pur rimanendo coerente con la programmazione
disciplinare cui fa riferimento. Si andranno a toccare diversi ambiti
disciplinari, creando quel gioco di interdisciplinarità e visione di insieme
necessario per realizzare processi di insegnamento-apprendimento più che
mai attuali. La lezione frontale si presenterà come un semplice punto di
partenza da integrare con strategie didattiche che porranno l’alunno al
centro di ogni attività, favorendo il suo effettivo coinvolgimento e rendendolo
protagonista della sua stessa formazione. L’Output previsto riguarda la
creazione di diverso materiale: dai prodotti che gli alunni costruiranno in
itinere, quali mappe concettuali, ricerche e linee del tempo, al prodotto
finale, consistente in una presentazione in PowerPoint sulla tematica trattata
che racchiuda i diversi ambiti disciplinari coinvolti. Una volta realizzata la
presentazione, agli alunni verrà chiesto di realizzare uno spazio di
condivisione del lavoro su Google Drive.

 

Nome del Corso EPICT: 

[ADL 14/15-2]

Data: 

Ottobre, 2015

Autori : 

Gruppo Megàle Ellàs
Maria Carmen Calvi
Claudio Panaia
Ilario Cavallo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

LIM
tablet

Discipline Coinvolte: 

Le donne nella storia e nella società scientifica: contributi e tributi

Abstract: 

L’attività nasce dalla riflessione e dall’analisi critica e consapevole, di alcune particolari giornate, quella del 25 Novembre” Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” e quella dell’8 Marzo. Attraverso una significativa indagine storica, scientifica e sociale ( svolta in tutte le discipline contemplate), si vuole pervenire al riconoscimento e rivalutazione di quei diritti, costantemente negati, a tutte quelle donne che, nel corso dei secoli, si sono distinte per affermare la propria esistenza e le eccellenti capacità ad una società maschilista, che l’ha sempre ignorata, sottomessa ed umiliata. Si vuole far cogliere agli studenti di oggi, il lungo e difficile percorso realizzato da queste donne nella storia e di come la tenacia, la voglia di apprendere il nuovo e l’abilità di prevedere nuovi modelli, abbia consentito loro di ottenere lodevoli risultati negli svariati campi della scienza e della tecnica, in matematica, astronomia, biologia, informatica, fisica, chimica, medicina, altro. In un’attenta analisi storica, sociale e scientifica, si osserverà che la scienza e le donne hanno sempre percorso strade separate e nonostante i numerosi contributi dati da queste “pioniere” alla ricerca scientifica, restano, comunque, pesanti pregiudizi nei confronti dell’occupazione femminile in campo scientifico e tecnologico, che ne ha limitato e ne limita, ancora oggi, la sua partecipazione con grandi ostacoli.

Nome del Corso EPICT: 

[ADL14/15-2]

Data: 

Novembre, 2015

Autori : 

Gruppo M.I.D.I.
Rosa Mottola
Francesco Iacovazzo
Elisabetta Dell’Atti
Vincenzo Pichero

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

tablet
smartphone
LIM
Geogebra

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Pagine

Abbonamento a Storia