Italiano

Sviluppo di applicazioni per lo studio di funzione

Abstract: 
·         Prodotto complessivo: presentazione via LIM di un lavoro prodotto svolgendo esercitazioni in modo cooperativo e collaborativo anche a distanza ed elaborando risorse ottenute dalla ricerca in rete.
·         Punto del curricolo: per Matematica (1), Informatica (2):
1)      Liceo Scientifico, Istituto Tecnico Tecnologico - Quinto anno: studio di funzione e rappresentazione grafica
Prodotto: svolgimento in gruppo di esercitazioni sullo studio di funzione e sulla loro rappresentazione grafica. Raccolta di tutte le informazioni sulle funzioni date che diventano materiale di verifica dell’applicazione finale.
2)      -  Liceo Scientifico (LSSA) - Informatica - Quinto anno: algoritmi di calcolo, tematiche relative alle reti di computer.
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sviluppo di algoritmi per lo studio di funzione, con dimostrazione di almeno un algoritmo.
-  Istituto Tecnico Tecnologico (Ind. Informatica e Telecomunicazioni – Art. Informatica) - Informatica - Quinto anno: linguaggi per la programmazione lato server a livello applicativo, tecniche per la realizzazione di pagine web dinamiche.
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sviluppo di applicazioni software lato server in Java/JSP e/o in PHP finalizzate allo studio di funzione.
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo L&T Teachers
Poidomani Silvia
Testa Tullio

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet

Discipline Coinvolte:

SCAMBIAMOCI I CASTELLI DI CARTA

Abstract: 
l progetto intende sia far approfondire agli studenti la tematica del riciclo della carta nel nostro Paese sia far sperimentare direttamente la collaborazione a distanza per scambiare informazioni su un argomento specifico, partecipando a reti collaborative in ambienti virtuali. In particolare, la comunicazione tramite Internet consentirà agli studenti, con la guida ed il supporto costanti da parte dell’insegnante, di riflettere sui vantaggi e sulle criticità dell’utilizzo delle più recenti possibilità comunicative (e-mail, blog, chat, videoconferenza, …), di scambiare messaggi con selezionati contatti nel proprio territorio e con coetanei che abitano in altre città e di realizzare e gestire un blog in cui discutere e pubblicare i propri elaborati.
All’inizio dell’anno, in sede di Consiglio di Classe, gli insegnanti illustrano ai genitori il progetto, il suo scopo e le modalità di svolgimento. Essi precisano quali ed in che modo verranno impiegati gli strumenti di ricerca, di comunicazione e collaborazione in rete (motori di ricerca, e-mail, blog, videoconferenze, social network, ecc.), sottolineando come risulti fondamentale, per gli alunni, utilizzare la tecnologia in modo consapevole e responsabile, conoscere le basi di una buona comunicazione verbale veicolata da un pc o da un qualunque dispositivo mobile; nonché come l’acquisizione di competenze digitali faciliterà loro l’ingresso in una realtà più complessa qual è la scuola secondaria di primo grado.
In tale circostanza i genitori rilasciano il consenso a far assegnare a ogni alunno una password scolastica[1] che rimarrà in funzione per l’intera durata del progetto, unitamente al permesso che i loro figli usino, anche fuori dalla scuola, il device mobile in dotazione alla scuola o quello personale per catturare immagini ed effettuare interviste inerenti al progetto. Gli insegnanti ottengono, inoltre, l’autorizzazione per condividere sul web il materiale prodotto nel corso delle diverse fasi del progetto e per organizzare un video-incontro in classe.
Al termine dell’incontro, i docenti formalizzano la mailing-list che include in CCN, così da mantenere la privacy, le mail delle famiglie coinvolte nel progetto alle quali la scuola possa inviare la scheda dettagliata del progetto ed ogni ulteriore comunicazione.
Anche tra i banchi di scuola (setting della classe – v. allegato), in un incontro preliminare con i propri alunni, gli insegnati spiegano il tema e le fasi del progetto, da realizzare in collaborazione con altre scuole.
 

[1] Il tecnico di laboratorio provvederà a generare le password e gli alunni potranno usare la piattaforma della scuola (sito ufficiale della scuola, registro elettronico, …) per inviare messaggi.

 

Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo TIC2m.0
Maria Chiara Giacomucci
Daniela Latino
Diletta Maffei
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
YouTube
Padlet
Fotocamera
Skype
WhatsApp

Alan Turing e l’importanza della crittografia durante il secondo conflitto mondiale

Abstract: 
·         Prodotto complessivo: presentazione a gruppi di un progetto via LIM basato sui prodotti di una ricerca in rete
·         Punto del curricolo: per Storia (1), Matematica (2), Informatica (3):
1)      Liceo Scientifico, Istituto Tecnico Tecnologico: la storia del Novecento.
Prodotto: elaborato sull’influenza storica della crittografia, e relative in-novazioni tecnologiche, sullo svolgersi della seconda guerra mondiale.
2)      Liceo Scientifico, Istituto Tecnico Tecnologico: approccio alla Matemati-ca; probabilità e crittografia e tempi di calcolo per gli algoritmi di questa
Prodotto: presentazione di elaborati di gruppo sulle attività di ricerca svolte in relazione ai temi affrontati.
3)      -  Liceo Scientifico (LSSA) - Informatica - Quinto anno: Tematiche relati-ve ai servizi di rete: i motori di ricerca e il loro corretto utilizzo, la critto-grafia per realizzare la sicurezza nelle comunicazioni dati
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sui cifrari a sostituzione oppure a trasposizione e/o dimostrazione dell’algoritmo di uno di essi
-  Istituto Tecnico Tecnologico (Ind. Informatica e Telecomunicazioni – Art. Informatica) - Sistemi e reti - Quinto anno: Tecniche crittografiche applicate alla protezione dei sistemi e delle reti
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sui cifrari a sostituzione oppure a trasposizione e/o realizzazione di un programma in C++ o in PHP in grado di cifrare/decifrare usando uno di essi
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo L&T Teachers
Poidomani Silvia
Testa Tullio

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet

Discipline Coinvolte:

L’ Energia Solare

Abstract: 
L’attività è destinata alla Scuola Secondaria di Primo Grado, in particolare ad una classe III. L’argomento, l’energia solare quale esempio di energia  rinnovabile, con i suoi vantaggi e svantaggi, rientra nell’ambito del curricolo verticale dell’area scientifico-tecnologica con un legame profondo anche con l’ambito di Italiano, Storia_e Geografia. L’attività verrà svolta proponendo agli alunni un percorso di ricerca  sul WEB pianificato in fasi successive ed illustrato con la LIM, in maniera sincrona allo stato di avanzamento della classe, in modo da  consentire agli stessi di acquisire abilità ad orientarsi nella quantità di informazioni e di valutarne criticamente l’attendibilità. Al termine sarà realizzato  quale prodotto finito una presentazione su padlet, quale sintesi ed elaborazione del processo di ricerca, con citazione delle fonti web utilizzate. L’argomento  contribuisce a  diffondere la consapevolezza alcuni grandi problemi dell’attuale condizione umana: la crisi energetica,  la distribuzione ineguale delle risorse e il degrado ambientale. Questi i traguardi per le competenze:
-La competenza in campo scientifico si riferisce alla capacità e alla disponibilità a usare l’insieme delle conoscenze e delle metodologie possedute per spiegare il mondo che ci circonda sapendo identificare le problematiche e traendo le conclusioni che siano basate su fatti comprovati .L’alunno diventa  consapevole del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse, nonché dell’ineguaglianza dell’accesso a esse, e adotta modi di vita ecologicamente responsabili
-La competenza in campo tecnologico è considerata l’applicazione di tale conoscenza e metodologia per dare risposta ai desideri o bisogni avvertiti dagli esseri umani. L’alunno conosce i principali processi di trasformazione di risorse o di produzione di beni e riconosce le diverse forme di energia coinvolte
-allo stesso modo le energie rinnovabili sono temi di forte rilevanza geografica, in cui è essenziale il raccordo con le discipline scientifiche e tecniche. Il punto di convergenza sfocia nell’educazione al territorio, intesa come esercizio della cittadinanza attiva, e nell’educazione all’ambiente e allo sviluppo. L’alunno osserva, legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani, nello spazio e nel tempo e valuta gli effetti di azioni dell’uomo sui sistemi territoriali alle diverse scale geografiche
- Trasversalmente a tutte le discipline, l’attività permette di acquisire un aspetto della competenza CHIAVE Europea: Competenze digitali. Conoscere le proprietà e le caratteristiche dei diversi mezzi di comunicazione ed essere in grado di farne un uso efficace e responsabile rispetto alle proprie necessità di studio e socializzazione. La competenza digitale consiste nel saper usare con dimestichezza e in modo critico le tecnologie della società dell’informazione (TSI) e richiede quindi abilità di base nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo DGTeacher
Emilio Gatti
Alessandra Passini
Emanuela Fausti
Mira Carello
Cinzia Bollini

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
MS Office
Internet Explorer
Classflow

RICERCA NEL WEB SUL CONCETTO DI INFINITO

Abstract: 
L’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matemL’ Istituto, un liceo scientifico, porta avanti, nel suo complesso, una didattica di tipo tradizionale; l’uso delle tecnologie è funzionale agli argomenti trattati senza variarne l’approccio didattico di tipo sostanzialmente trasmissivo-cognitivista.
La scuola possiede un laboratorio d’informatica e una quarantina di tablet . L’ aula è attrezzata con un PC portatile in cui è caricato il registro elettronico, un PC fisso collegato con LIM.
Date le peculiarità della classe IVA ( vedi target) il consiglio di classe decide di variare l’approccio metodologico utilizzando a tal fine il digitale.
Gli studenti utilizzeranno il web nel loro percorso di apprendimento, sia in classe sia a casa. I genitori, già negli anni precedenti, sono stati sensibilizzati e fatti partecipativi dell’uso di Internet a casa  dando, per iscritto, il loro consenso. Parecchi di loro hanno partecipato al corso tenuto dalla scuola per l’uso del registro-elettronico.
Le indicazioni nazionali sul curricolo del liceo scientifico prevedono esplicitamente non solo la necessità di acquisire una visione storico-critica dei rapporti tra il pensiero matematico e quello filosofico e tecnologico, ma anche, nel secondo biennio, “la formalizzazione dei numeri reali anche come introduzione alla problematica dell’infinito matematico (e alle sue connessioni con il pensiero filosofico)”.
Per quanto riguarda il lavoro matematico prima viene svolto per primo quello che  si prefigge di chiarire il significato di “ cos’è l’infinito”( gruppo 1) ; partendo quindi da una visione più critica e meno contraddittoria di tale concetto si presentano due argomenti, il paradosso di Achille e la tartaruga e la rettificazione della circonferenza, che verranno  trattati con l’adeguato formalismo e le adeguate conoscenze calcolative che  richiedono.
A conclusione dell’attività si richiede agli studenti di esporre, in forma multimediale, le proprie conclusioni a seguito di una ricerca negli ambiti matematico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.atico, filosofico, geografico-astronomico, letterario.
Nome del Corso EPICT: 
Skill Online 2016
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo TIC2m.0
Diletta Maffei
Daniela Latino
Maria Chiara Giacomucci
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
smartphone
Symbaloo
Popplet
Diigo
Evernote
YouTube
www.tes.com
www.questbase.com
Padlet

ttt

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

A spasso per Levanto

Abstract: 
Per questo modulo abbiamo progettato un'attività per gli alunni di una classe quinta, venti in tutto, di cui fa parte anche un bambino, Gabriele, con disturbo specifico della scrittura.
 
L'attività fa parte di un progetto di gemellaggio tra classi parallele geograficamente lontane, già avviato nel precedente anno scolastico. Gli alunni, nell'anno precedente, hanno avuto l'opportunità di conoscere la classe “gemella” attraverso la corrispondenza epistolare classica e l'utilizzo di skype in aula.
 
Quest'anno, il progetto proseguirà e porterà i bambini a conoscere ed utilizzare le mail per comunicare, e a sfruttare Google Drive come spazio per creare in gruppo e per condividere con la classe.
 
L'attività è suddivisa in  tre fasi e si svolge sia a scuola (in un'aula attrezzata con la lim e  nel laboratorio di informatica) sia sul territorio; le attività porteranno i bambini a:
1)       conoscere la struttura di una  mail e  produrne una da inviare alla classe gemella;
2)       progettare un tour virtuale e produrre materiali digitali ususfruendo di google Drive, collaborando prima in piccoli gruppi tematici, poi nel grande gruppo classe, con la possibilità di effettuare uscite sul territorio;
3)       inviare una mail conclusiva alla classe “gemella” in cui viene indicato il link per accedere al tour virtuale;
 
Questo progetto sviluppa  alcune delle competenze-chiave europee :
·         comunicazione nella madrelingua: gli alunni  si confrontano, creano testi scritti, imparano a calibrare il registro linguistico e stilistico a seconda dello scopo da perseguire;
·         competenza digitale perché gli alunni sperimentano le divese tiologie di comunicazione digitale;
spirito di iniziativa ed imprenditorialità poiché agli studenti è richiesto di pianificare l'attività da creare, all'interno di un clima collaborativo e rispettoso del prossimo.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Ottobre, 2017
Autori : 
Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
pc portatile
MS Office
correttore ortografico
sintesi vocale
posta elettronica
Google Drive
fotocamera digitale
Abode Reader
Prezi
Skype

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
tecnica cooperativa del jigsaw, tutorial

Progetto Blog

Abstract: 
La costruzione di un Blog, rivolto principalmente a ragazzi della scuola, che come proposta mira a dare continuità nel tempo alle esperienze didattiche e interpersonali che avvengono all’interno di una classe di liceo. Riteniamo l’attività funzionale a migliorare la comunicazione digitale con i nuovi strumenti, con una funzione di archivio delle esperienze e approfondimento continuo.
Il valore di questa attività consiste nella possibilità di partecipare alla costruzione di un lavoro comune coltivando i propri interessi e consolidando il senso di appartenenza alla classe.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Ottobre, 2017
Autori : 
Gruppo La scala
Fabiano Belfiore
Paola Burani
Maria Teresa Repetto
Lucia Troilo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
Altra Metodologia didattica: 
Mobile learning

Noi, piccoli cittadini savonesi

Abstract: 
Dopo aver compreso lo strumento “posta elettronica”, gli alunni, divisi a coppie, dovranno scrivere ed  inviare una mail agli  assessorati del Comune di Savona nell’ambito del progetto didattico “La consulta dei bambini” che prevede la presenza dei ragazzi nel Consiglio Comunale della Città di Savona.
La mail dovrà essere composta in modo adeguato (indirizzo del mittente, indirizzo del destinatario, oggetto, messaggio breve, paragrafi brevi, spaziatura tra i paragrafi, firma) con un codice linguistico adatto al destinatario, con l’inserimento di  un allegato (Scheda di intervista all’assessore).
Il feedback finale dell’insegnante indicherà agli alunni eventuali modifiche.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Ottobre, 2017
Autori : 
Gruppo ASK Savona
ERISPO Silvia
GUALCO Caterina Kety

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
posta elettronica

Discipline Coinvolte:

Metodologia Didattica:

Altra Metodologia didattica: 
brainstorming, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving

Cronaca di un’uscita sul territorio

Abstract: 
Descrizione sintetica dell’attività che si intende proporre e a quale contenuto disciplinare di riferimento utilizza.
Spiegazione del perché si ritiene che questa risulti funzionale a raggiungere gli obiettivi del curricolo e le competenze  europee.
 
Siamo in una classe terza di scuola primaria composta da 18 alunni di cui 7 con bes. E’ presente l’insegnante di sostegno.
L’insegnante di classe propone un’attività a piccoli gruppi sulla visita guidata ai Vivai Montina di Cisano sul Neva.
Dopo un primo momento di conversazione collettiva per scegliere i punti dello schema della cronaca dell’uscita, ogni gruppo produrrà un breve elaborato scritto al pc con il programma di videoscrittura Word Office, relativo ad un punto dello schema e salverà il documento (.doc) con nome sul desktop del pc Gli alunni potranno utilizzare come supporto cartaceo un quadernino su cui appuntare le loro riflessioni.. L’insegnante utilizzando lo strumento revisione, produrrà un feedback sulla base del quale ogni gruppo produrrà le eventuali modifiche/correzioni. Tutti gli elaborati prodotti dagli alunni verranno condivisi su Google drive  e letti in classe.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Settembre, 2017
Autori : 
Gruppo ASK Savona
Caterina Kety Gualco
Erispo Silvia

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
videoproiettore
MS Office
sintesi vocale

Discipline Coinvolte:

Metodologia Didattica:

Altra Metodologia didattica: 
brainstorming, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving, mappe concettuali, parole chiave

Pagine

Abbonamento a Italiano