Learning resource

Mangia sano, vivi meglio!

Come l’attività s’innesta nel curricolo e il prodotto concreto che viene realizzato al termine dell’attività. L’obiettivo dell’Unità di Apprendimento risiede nella costruzione di capacità critiche che portino gli studenti a scegliere una sana alimentazione basandosi su conoscenze scientifiche corrette che orientino verso scelte consapevoli. Il prodotto finale sarà la realizzazione di un booklet online con informazioni sulla dieta mediterranea, i principali prodotti alimentari consumati con una sintetica informazione sul contenuto di grassi, zuccheri e altri nutrienti e delle loro possibili ripercussioni sull'equilibrio di una sana alimentazione. Nel booklet sarà anche inserita una dieta ideale” della durata di un mese destinata a studenti che praticano regolarmente attività sportiva. Il booklet verrà pubblicizzato tra tutte le classi dell’Istituto e verrà poi presentato alla giornata dello sport del liceo sportivo dove verrà trattata la tematica Cibo, Salute, Sport. Gli studenti dovranno tenere per una settimana un diario alimentare, annoteranno su tablet o smartphone tutto ciò che mangeranno, documentando il tutto con le foto dei pasti principali. Guidati dai docenti di scienze motorie e naturali, rifletteranno sull’importanza dei cibi attraverso l’uso della piramide alimentare (allegato 1), che verrà proiettata dai docenti con la LIM, imparando così a distinguere tra cibi sani e meno. Gli insegnanti, poi, si soffermeranno sulle caratteristiche di carboidrati, grassi e proteine e su come assumerli quando si fa attività fisica. I docenti di scienze e matematica guideranno gli studenti a realizzare le tabelle con i dati raccolti dai diari alimentari per, poi, focalizzare l’attenzione sulla quantità, che è opportuno assumere, per le varie categorie di alimenti. Gli studenti verranno, quindi, invitatati a modificare parzialmente la loro dieta settimanale eliminando le abitudini meno salutari; infine, insieme agli insegnanti di scienze motorie e naturali verrà stilata, per ogni studente, un piano alimentare settimanale partendo dalle abitudini alimentari del singolo. I docenti coinvolti progetteranno l’attività in un incontro preliminare di coordinamento: i docenti di lingua penseranno alla ricerca del materiale video da utilizzare in aula ed alla preparazione di un format per le sistematizzazione degli interventi degli studenti. Al docente di matematica verrà chiesto un intervento per guidare gli studenti negli approfondimenti di tipo statistico. I docenti di scienze motorie e scienze naturali dovranno coordinarsi nella omogeneità di presentazione relative agli argomenti trattati nelle proprie discipline e con il docente di italiano per riversare appropriatamente le conoscenze necessarie nella preparazione del questionario, come in clace. Le insegnanti di LS, ognuna nelle proprie ore, dopo aver introdotto l’argomento con un video, inviteranno gli studenti a realizzare una ricerca relativa ai pasti principali e alle abitudini alimentari della popolazione tedesca e inglese. Verrà poi utilizzato Padlet per condividere le conoscenze acquisite online: l’insegnante scriverà, ad esempio, cosa mangiano gli inglesi a colazione e gli studenti scriveranno delle parole chiave basandosi sulle informazioni acquisite grazie alle loro ricerche. Gli studenti dovranno poi strutturare una tabella in cui verranno riportate le informazioni relative ai cibi che si consumano in Italia o/e nei paesi della LS studiata. Successivamente, dalla presentazione di questa tabella alimentare si avvierà un dibattito all’interno della classe; mentre, a casa dovranno scrivere su classroom un intervento in cui paragoneranno la dieta del proprio paese a quella del paese della lingua straniera studiata inserendo le loro considerazioni personali. (allegato3 scrittura); per quanto riguarda la preparazione del format degli interventi, la migliore modalità di presentazione delle informazioni potrebbe essere suggerita in un incontro con la responsabile di qualità del servizio di ristorazione della scuola, che potrà indicare il modo di presentare e confrontare i contenuti nutritivi di diverse diete. Al che i ragazzi potranno, con l’ausilio di grafici a torta e/o istogrammi componibili con qualunque software di elaborazione dati (anche excel), arrivare ad un paragone quantitativo delle diverse abitudini alimentari, con possibilità di elaborazione statistica dei dati, da utilizzare per l’intervento su classroom e nelle successive fasi di attività. Gli studenti si recheranno in due supermercati: uno tradizionale e uno biologico e suddivisi in gruppo, dovranno fotografare le etichette dei prodotti appartenenti ad un determinato settore (scatolame, insaccati, dolciumi etc…). Rientrati in aula, guidati dagli insegnanti di scienze naturali e scienze motorie, impareranno a leggere le etichette alimentari: rifletteranno sugli ingredienti contenuti nei vari prodotti, sugli additivi alimentari etc… Verranno, successivamente, analizzati e confrontati i prodotti “tradizionali” e quelli biologici. Nelle lezioni di scienze naturali gli insegnanti, partendo dai prodotti analizzati, tratteranno nei dettagli i macro e i micronutrienti e le relative funzioni, il valore energetico dei principali prodotti alimentari (ad es. allegati tabella pane e tabella legumi) e le principali malattie legate ad una errata alimentazione. Strutturazione del questionario e realizzazione vera e propria delle interviste. Durante l’ora d’italiano, dopo essersi documentati a casa sulla dieta mediterranea utilizzando fonti online, gli studenti, guidati dal docente, realizzeranno un questionario sulle abitudini alimentari, che verrà poi somministrato a studenti, familiari e abitanti. Il questionario sarà realizzato con Google Forms e gli studenti, dotati di tablet, andranno in tutte le classi dell’istituto e somministreranno il test, che sarà, inoltre, somministrato ai loro familiari. Il questionario verrà poi tradotto in tedesco nell’ora di LS e somministrato per strada ad un campione di 200 abitanti di Merano, durante un’uscita didattica di una giornata, sempre utilizzando tablet e questionari con moduli google (https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfhXAJ9MCsyYLe37UWDox-9fdrCnWvdNJL_BHgJ6M8sdBAOQ/viewform ). Alla fine gli studenti avranno in automatico i risultati del test e le tabelle, che verranno analizzate con l’insegnante di scienze motorie Nell’ora di inglese, l’insegnante fornirà agli studenti informazioni sul sistema semaforico inglese per gli alimenti (allegato nutrition trafficlight e altri materiali), attraverso la proiezione di immagini dei più comuni prodotti alimentari con il semaforo verde, rosso e giallo (allegato pizza). I discenti si dovranno documentare online, in italiano e in inglese, su ciò che è stato deciso dall’Unione Europea, sulla posizione dei vari paesi europei relativamente al sistema semaforico e dovranno esprimere la loro opinione sull’argomento su un forum in lingua inglese. Alla fine, gli studenti realizzeranno un booklet che si comporrà di 4 parti: 

1 L’importanza della dieta mediterranea per la nostra salute;
2 Principali alimenti con informazioni sul loro contenuto di grassi, zuccheri e altri nutrienti;
3 Dieta ideale di un mese per uno studente che pratica sport;
4 Statistiche delle abitudini alimentari degli studenti che praticano sport e di tutti gli altri studenti che frequentano l’Istituto di appartenenza.
I 5 gruppi di studenti si occuperanno ciascuno di una fase ad eccezione di un gruppo che curerà la parte grafica del booklet
.
L’uso dei tablet consentirà la raccolta e l’analisi dei dati, che sarà possibile salvare su google drive, facilmente accessibile anche da altri utenti.
L’utilizzo di questa tecnologia consente, inoltre, la semplificazione e 
la riduzione dei tempi di svolgimento dell’attività e di alcune criticità anche di carattere ambientale (eliminazione del cartaceo) o di trascrizione (difficoltà ed errori di scrittura, errori di riporto dei dati su file) e riduzione dei tempi di analisi dei dati. Pertanto, l’utilizzo consapevole dei dispositivi elettronici apre un ventaglio immenso di opportunità didattiche, che se sapientemente sfruttate valorizzano ed incentivano lo svolgimento della normale attività scolastica e parascolastica.

 

 

Nome del Corso EPICT: 

[Custom-Iprase 2016/17]

Data: 

Dicembre, 2017

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Autori : 

Gruppo Ippocampo
Mauro Avi
Vincenzo Dattola
Letizia Giliberto
Maria Concetta Malerba
Marco Parisi

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

Google drive
Google forms
MS Office
Movie Maker
My fitness pal
Fat secret
Yazio
tablet
smartphone
Padlet
Kahoot
EasyFit
Graphviz
Piattaforma Britannica
diarioalimentare_app
LIM