10

“Metti una classe all’opera”

Abstract: 
Nell’ambito della programmazione di musica, l’insegnante ha proposto la partecipazione della classe alla rappresentazione di un’opera lirica. Il Consiglio di Classe ha accolto tale proposta e i docenti di musica e italiano programmano una strategia didattica per preparare gli alunni ad una partecipazione attenta e responsabile. L’idea è quella di partire da un compito di realtà, un testo sgrammaticato e confuso per presentare la trama dell’opera così da coinvolgere gli studenti in una revisione sia ortografica e morfosintattica, sia successivamente relativa ai contenuti e alla formattazione, in modo da incuriosirli e coinvolgerli, oltre che affinare le diverse competenze nell’uso del testo e nell’educazione musicale.
Tale proposta didattica si inserisce coerentemente nel quadro delle Linee Guida nazionali (D.M. 254/2012) nelle quali si legge:
“L’apprendimento della musica… si articola su due dimensioni: a) produzione… b) fruizione consapevole, che implica la costruzione e l’elaborazione di significati personali, sociali e culturali, relativamente a fatti, eventi, opere del presente e del passato. … Mediante la fruizione critico-estetica essa sviluppa negli alunni una sensibilità artistica basata sull’interpretazione sia di messaggi sonori che di opere d’arte, eleva la loro autonomia di giudizio e il livello di fruizione estetica del patrimonio culturale.”
Per quel che riguarda l’Italiano, basterà citare il seguente traguardo previsto anch’esso dalle Linee Guida:
“Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia, all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice e complessa, ai connettivi testuali; utilizza le conoscenze metalinguistiche per comprendere con maggior precisione i linguaggi dei testi e per correggere i propri scritti”
La scelta di un percorso di revisione di un riassunto  è particolarmente significativa, perché prevede il confronto con diverse sintesi della stessa opera, approcciando i ragazzi ad una tipologia testuale di innegabile utilità in tutto il curriculum formativo, anche come forma di rielaborazione finalizzata allo studio. Il riassunto è certamente molto utile per comunicare, in poche parole, idee e informazioni e, in questo caso, rivelerà tutta la sua efficacia introducendo gli alunni allo spettacolo a teatro e fornendo alcune imprescindibili  informazioni utili al godimento dello spettacolo.
La necessità di comunicare ai compagni con la lingua scritta i risultati del proprio apprendimento, paleserà inequivocabilmente quanto le regole che soggiacciono allo studio della grammatica non  debbono costituire solo un odioso studio mnemonico, ma il bagaglio fondamentale di conoscenze a garanzia della libertà comunicativa individuale. 
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-II-2017]
Data: 
Febbraio, 2018
Autori : 
Grupo The BES Witches
Maura Tomasello
Marianna Carsana
Giorgia Pesaresi
Maria Chiara Giacomucci

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
Word processor
PDF Reader
Google Drive
Venngage
Microsoft OneDrive
Word On-line
Mindomo
Padlet
Hot Potatoes
Screencast-O-Matic

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
Cognitivismo - Costruttivismo

PARITA’ DI GENERE: LAVORI IN CORSO

Abstract: 
La classe ha affrontato lo studio del periodo della Controriforma ed è apparsa interessata al fenomeno della caccia alle streghe. Ne è nata una discussione che ha portato ad un confronto sul ruolo delle donne allora ed ora, anche in un’ottica di multiculturalità.
L’insegnante di Italiano, vedendo l’interesse degli alunni, si è resa conto che tale argomento, se approfondito, avrebbe potuto avere risvolti positivi sia per l’inclusione degli studenti con BES, sia per accrescere la loro autostima ed ha proposto al Consiglio di Classe un approccio interdisciobiettivi irrinunciabili dell’educazione alla cittadinanza sono la costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un’etica della responsabilità, … che implicano l’impegno a elaborare idee e a promuovere azioni finalizzate al miglioramento continuo del proprio contesto di vita”.
(dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo d’Istruzione, 2012).
plinare che portasse alla realizzazione di un compito autentico.
Il Profilo in uscita dal primo ciclo di Istruzione prevede che lo studente sia “in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità le situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria personalità”; deve inoltre usare “in modo sicuro le tecnologie della comunicazione con le quali riesce a ricercare e analizzare dati ed informazioni” infine, “Quanto proposto, quindi, sia per gli obiettivi disciplinari che di inclusione che si propone, sia per la tematica trattata, appare coerente con le indicazioni ministeriali.
Il prodotto finale è un lavoro multimediale realizzato dagli studenti.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-II-2017]
Data: 
Dicembre, 2017
Autori : 
Gruppo The BES witches
Maura Tomasello
Marianna Carsana
Giorgia Pesaresi
Maria Chiara Giacomucci

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Google
Google immagini
Flickr
Youtube
Power point
Prezi
Mindmodo
Cmaps
Lucidchart
Documenti Google
Fogli Google
Moduli Google
Easyvoicerecorder
Leggi per me
Canva
Venngage
Thinglink
PlayPosit
Cuneiform OCR
Screencast-O-Matic
Padlet
Google Drive
Edmodo

Il pastore e il cucciolo di lupo

Abstract: 
L'attività si innesta in una classe terza primaria.
Presentazione di una favola di Esopo dopo aver svolto una UdA su fiaba e favola. Utilizzare un “binomio fantastico” prendendo riferimento  da “Grammatica della fantasia” di Gianni Rodari.
La motivazione della nostra scelta è basata sui seguenti criteri per l'impostazione del testo scritto: semplicità, essenzialità e leggibilità del materiale al fine di una didattica inclusiva.
La scrittura digitale permette, infatti, forme di automatismi che facilitano sia la traduzione del pensiero in forma grafica sia la traduzione della forma grafica in forma linguistica.
Produzione di un ebook
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo LIMpossible
Amato Francesca
Panatto Beatriz
Pedemonte Sara
Pili Daniela

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
pc
Scanner
chiavetta USB
cuffie audio
tastiere facilitate (tipo Dida Keys)

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
Comportamentismo / Cognitivismo - Costruttivismo

A-B-C PER IMPARARE

Abstract: 
Il nostro lavoro vede coinvolti 15 bambini di età prescolare,le attività saranno incentrate sotto forma ludica ( attraverso l’ uso di applicazioni su tablet) e esercizi alla Lim di ascolto e associazione di immagini. Abbiamo scelto la storia “Orso Buco” di Nicola Grossi come sfondo integratore della nostra attività perché è un racconto immediato e di facile comprensione e le illustrazioni dei suoi personaggi sono immagini stilizzate (la rana è rappresentata da un vortice, la formica da dei tratteggi, l’orso da un rotondo…) e ci saranno particolarmente utili per le attività di pre-grafismo che andremo a proporre ai bambini della seconda fase di attività.
La prima fase delle attività sarà dedicata alla narrazione e all'ascolto della storia e alla conseguente rielaborazione dei bambini sotto forma grafica. La seconda fase prevede invece un lavoro a gruppi con l'utilizzo di lim e tablet dove i bambini potranno fare esperienza diretta di pregrafismo (percorsi, tratteggi, onde...inerenti la storia) e in un secondo momento, grazie ai giochi metafonologici proposti, inventeranno una filastrocca in rima con i personaggi della storia.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo Infanzia
Gallizia Valentina
Rumbolo Maria Cristina
Silvano Carmela

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet
smart notebook
programma di video scrittura
Macchina fotografica digitale
ABC e Tracing Demo

La tua regione d’Italia preferita

Abstract: 
Il Contesto in cui viene proposta l’attività è una classe V della scuola primaria a 27 ore.
La classe è composta da 16 alunni. Nella classe sono presenti due bambine con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento: una bambina dislessica e una disgrafica; sono inoltre presenti tre bambini con bisogni educativi speciali, due con lievi deficit cognitivi ed una di madrelingua spagnola,  con diagnosi ADHD e due traumatiche esperienze di bocciatura nel paese di origine.
La classe è dotata di 4 tablet per permettere agli alunni di lavorare in gruppo o individualmente perle attività di recupero.
L’attività si propone realizzare un testo sulla propria regione d’Italia preferita.
1)Con gli alunni verrà impostata una mappa compensativa procedurale, che permetterà agli alunni di sviluppare il proprio testo seguendo una scaletta.
2)Nella   mappa saranno presenti le informazioni principali, mentre nel testo si potranno aggiungere le informazioni scelte dall’alunno.
I programmi utilizzati saranno SuperMappe e Leggixme.
3)Per la consegna del testo ed i feedback dei docenti per le correzioni, sarà utilizzato Google Docs eGoogle drive, per permettere di aggiungere commenti al lato del testo e scambiarlo in tempi molto rapidi senza utilizzare chiavette USB. Con Google Docs sarà possibile modificare il testo nello stesso momento da più persone
4)Per la correzione gli alunni DSA utilizzeranno il programma Leggixme con la sintesi vocale regolabile, gli alunni non in difficoltà potranno decidere di utilizzare Leggixme o il correttore automatico ,con il supporto della sintesi vocale per verificare le parole corrispondano a ciò che volevano scrivereo nessuno strumento.
5) Per verificare la conoscenza degli strumenti, le insegnanti consegneranno agli alunni un test relativo alla regione che hanno scelto, il testo conterrà alcuni errori ortografici che loro dovranno  correggere con il programma che preferiscono.
 
6) Un’ulteriore verifica sarà fatta per la produzione del testo MI Presento.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo Bes-tie al lavoro
Fusto
Pelliciari
Redavè
Pestarino

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Leggixme
supermappe
tablet
LIM
libro digitale

Discipline Coinvolte:

Un tuffo nel passato

Abstract: 

 

Questa attivita si innesta nel programma di storia di una classe seconda della Scuola Primaria (18 alunni).
L'incontro di alcuni nonni, in quanto appartenenti a una generazione differente rispetto a quella degli alunni, offre ai bambini la possibilita di venire in contatto con testimonianze e oggetti del passato, aiutando l'insegnante a spiegare il concetto di fonti.
Il prodotto finale sara una uno storybook. 

 

Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Aprile, 2017
Autori : 
Gruppo LIMpossible
Francesca Amato
Beatriz Panatto
Sara Pedemonte
Daniela Pili

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
macchina fotografica digitale
registratore vocale digitale portatile
chiavetta USB
stampante B/N
Audacity
Google Foto
MS Word
Notebook
Padlet

Discipline Coinvolte:

Favolando

Abstract: 
La nostra progettazione vede coinvolta una sezione di scuola dell'infanzia composta da bambini di età omogenea (cinque anni).
In questa sezione è inserita una bambina audiolesa, impiantata tardivamente.
Abbiamo ideato un progetto di continuità infanzia/primaria in quanto la bambina frequenta l'ultimo anno di scuola dell'infanzia.
Il progetto sarà un viaggio attraverso le fiabe (filo conduttore della programmazione di plesso di questo anno scolastico) che farà da ponte fra i due ordini di scuola. L'utilizzo delle immagini grazie ai supporti multimediali a nostra disposizione, sarà l'elemento caratterizzante della nostra attività per garantire a tutti i bambini la possibilità di partecipare attivamente. Concretamente verranno creati ambienti favorevoli all'interno dei quali i bambini lavoreranno in gruppo e realizzeranno, attraverso l'ascolto supportato dalle immagini, la drammatizzazione e la rielaborazione grafica ciò che hanno interiorizzato.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Aprile, 2017
Autori : 
Gruppo Infanzia
Gallizia Valentina
Rumbolo Maria Cristina
Silvano Carmela

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Lim
Videoproiettore
computer
Smart Notebook
MS Word
aTube Catcher
publisher
Altra Metodologia didattica: 
Costruttivismo

Le civiltà fluviali

Abstract: 
Il Contesto in cui viene proposta l’attività è una classe IV della scuola primaria a 27 ore, composta da 20 alunni di cui una in situazione di handicap con gravità a cui sono state assegnate14 ore di sostegno, uno con una diagnosi di Disturbo Misto delle Abilità scolastiche con 8 ore di sostegno; nella classe sono presenti circa il 50% di alunni stranieri. L’attività si propone di affrontare l’argomento delle civiltà fluviali,  presente nella programmazione annuale di Storia di una classe quarta. Verranno realizzate due tipologie di mappe: una di completamento e una compensativa; le mappe saranno costruite dagli alunni con il programma SuperMappe e Leggixme, utilizzando immagini catturate da Google e disegni dei bambini.
1.     Gli alunni, mentre ascoltano un file audio, completeranno la mappa relativa alle civiltà fluviali.
 
2.     Gli alunni, a piccoli gruppi, dopo aver approfondito i contenuti, attraverso il libro di testo, video e letture, realizzeranno una mappa compensativa, mettendo in atto le competenze tecnologiche acquisite.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Aprile, 2017
Autori : 
Gruppo Bes-tie al lavoro
Fusto
Pelliciari
Redavè
Pestarino

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Pc
scanner
Leggixme
SuperMappe
cuffiette o cuffie con auricolare
lettore audio

Comunico e scopro: la storia della comunicazione

Abstract: 
Il progetto sarà realizzato in una classe V di scuola primaria durante le ore curriculari. L’obiettivo principale è quello di coinvolgere e stimolare gli alunni alla continua elaborazione e ricerca, attraverso il mobile Learning. Gli insegnanti attraverso gli strumenti di comunicazione in rete propongono agli alunni percorsi specifici per sviluppare abilità  di relazione interpersonale, di collaborazione a distanza, indirizzandoli a un uso corretto delle tecnologie partendo dall’acquisizione del concetto di netiquette per poi gestire con maggiore competenza la comunicazione d’interazione digitale. Si proporrà ai ragazzi sia il lavoro collaborativo sia la  flipped classroom. Prodotto finale dell'azione didattica sarà la creazione di un libro elettronico  sulla storia della comunicazione,  attraverso il servizio bookblogger  direttamente dal blog di classe, in  modo da poterlo condividere con i genitori. L’argomento del progetto di lavoro sarà la comunicazione.
E' stata condivisa questa scelta da un lato per informare e far conoscere l’evoluzione della comunicazione nella storia ma anche per rendere consapevole dli alunni che la comunicazione è un'esigenza umana che ha subito notevoli trasformazioni e ciò che troviamo in rete  è frutto di un’archiviazione di dati nel tempo.L'uso del tablet è dovuto alle caratteristiche di portabilità  e  a quelle che riconducono all’immediatezza di informazioni che attraverso internet è possibile raggiungere e fruire con la modalità touch. Queste possibilità rendono lo strumento tablet particolarmente accattivante e motivante per gli alunni.
Warmup: comunicazione agli alunni dell’argomento con successiva visione di un power point creato dall’insegnante sulla storia della comunicazione. In seguito sarà predisposta una webquest con relativo sondaggio agli alunni.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Dicembre, 2016
Autori : 
Gruppo Le 3.0
Maria Bazzano
Maria Bordesi
Patrizia Ponzanelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
SmartPen
Mind Maple
Question Writer
Macchina fotografica
Pen Key
Evernote
Aversome
Socrative
Google Drive
One Drive

Discipline Coinvolte:

IL NASO FUORI - Sviluppo di competenze di cittadinanza attraverso il mobile learning - narrazioni artigianali nel quartiere

Abstract: 
Ricerca sul territorio relativa alle botteghe artigiane, con raccolta di testimonianze degli artigiani e di documentazioni audio e video sui tipi di lavoro, sulle imprese, sul mercato e sulla clientela di un mondo che, pur con grandi difficoltà, continua a rappresentare un tessuto lavorativo importante.
Il progetto complessivo mira a sviluppare negli alunni competenze multiple, trasversali e curricolari, come competenze relazionali, collaborative, linguistiche, digitali, di cittadinanza. Saranno guidati a costruire un nuovo modo trasversale di imparare e costruire narrazioni a più voci che sviluppino conoscenze sulla storia del territorio, sul funzionamento delle imprese artigianali e cooperative dal punto di vista economico-legislativo, storico e culturale. 
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Settembre, 2016
Autori : 
Guppo CLAN TIC
Antonella Caggiano
Bruno Caiano
Alessandro De Bono
Federico Pellizzi

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
Tablet
PC
smartphone
Calameo
BookCreator
Padlet
Google Drive
Thinglink.

Discipline Coinvolte:

Pagine

Abbonamento a 10