B

“Metti una classe all’opera”

Abstract: 
Nell’ambito della programmazione di musica, l’insegnante ha proposto la partecipazione della classe alla rappresentazione di un’opera lirica. Il Consiglio di Classe ha accolto tale proposta e i docenti di musica e italiano programmano una strategia didattica per preparare gli alunni ad una partecipazione attenta e responsabile. L’idea è quella di partire da un compito di realtà, un testo sgrammaticato e confuso per presentare la trama dell’opera così da coinvolgere gli studenti in una revisione sia ortografica e morfosintattica, sia successivamente relativa ai contenuti e alla formattazione, in modo da incuriosirli e coinvolgerli, oltre che affinare le diverse competenze nell’uso del testo e nell’educazione musicale.
Tale proposta didattica si inserisce coerentemente nel quadro delle Linee Guida nazionali (D.M. 254/2012) nelle quali si legge:
“L’apprendimento della musica… si articola su due dimensioni: a) produzione… b) fruizione consapevole, che implica la costruzione e l’elaborazione di significati personali, sociali e culturali, relativamente a fatti, eventi, opere del presente e del passato. … Mediante la fruizione critico-estetica essa sviluppa negli alunni una sensibilità artistica basata sull’interpretazione sia di messaggi sonori che di opere d’arte, eleva la loro autonomia di giudizio e il livello di fruizione estetica del patrimonio culturale.”
Per quel che riguarda l’Italiano, basterà citare il seguente traguardo previsto anch’esso dalle Linee Guida:
“Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia, all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice e complessa, ai connettivi testuali; utilizza le conoscenze metalinguistiche per comprendere con maggior precisione i linguaggi dei testi e per correggere i propri scritti”
La scelta di un percorso di revisione di un riassunto  è particolarmente significativa, perché prevede il confronto con diverse sintesi della stessa opera, approcciando i ragazzi ad una tipologia testuale di innegabile utilità in tutto il curriculum formativo, anche come forma di rielaborazione finalizzata allo studio. Il riassunto è certamente molto utile per comunicare, in poche parole, idee e informazioni e, in questo caso, rivelerà tutta la sua efficacia introducendo gli alunni allo spettacolo a teatro e fornendo alcune imprescindibili  informazioni utili al godimento dello spettacolo.
La necessità di comunicare ai compagni con la lingua scritta i risultati del proprio apprendimento, paleserà inequivocabilmente quanto le regole che soggiacciono allo studio della grammatica non  debbono costituire solo un odioso studio mnemonico, ma il bagaglio fondamentale di conoscenze a garanzia della libertà comunicativa individuale. 
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-II-2017]
Data: 
Febbraio, 2018
Autori : 
Grupo The BES Witches
Maura Tomasello
Marianna Carsana
Giorgia Pesaresi
Maria Chiara Giacomucci

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
Word processor
PDF Reader
Google Drive
Venngage
Microsoft OneDrive
Word On-line
Mindomo
Padlet
Hot Potatoes
Screencast-O-Matic

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
Cognitivismo - Costruttivismo

Il pastore e il cucciolo di lupo

Abstract: 
L'attività si innesta in una classe terza primaria.
Presentazione di una favola di Esopo dopo aver svolto una UdA su fiaba e favola. Utilizzare un “binomio fantastico” prendendo riferimento  da “Grammatica della fantasia” di Gianni Rodari.
La motivazione della nostra scelta è basata sui seguenti criteri per l'impostazione del testo scritto: semplicità, essenzialità e leggibilità del materiale al fine di una didattica inclusiva.
La scrittura digitale permette, infatti, forme di automatismi che facilitano sia la traduzione del pensiero in forma grafica sia la traduzione della forma grafica in forma linguistica.
Produzione di un ebook
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo LIMpossible
Amato Francesca
Panatto Beatriz
Pedemonte Sara
Pili Daniela

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
pc
Scanner
chiavetta USB
cuffie audio
tastiere facilitate (tipo Dida Keys)

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
Comportamentismo / Cognitivismo - Costruttivismo

A-B-C PER IMPARARE

Abstract: 
Il nostro lavoro vede coinvolti 15 bambini di età prescolare,le attività saranno incentrate sotto forma ludica ( attraverso l’ uso di applicazioni su tablet) e esercizi alla Lim di ascolto e associazione di immagini. Abbiamo scelto la storia “Orso Buco” di Nicola Grossi come sfondo integratore della nostra attività perché è un racconto immediato e di facile comprensione e le illustrazioni dei suoi personaggi sono immagini stilizzate (la rana è rappresentata da un vortice, la formica da dei tratteggi, l’orso da un rotondo…) e ci saranno particolarmente utili per le attività di pre-grafismo che andremo a proporre ai bambini della seconda fase di attività.
La prima fase delle attività sarà dedicata alla narrazione e all'ascolto della storia e alla conseguente rielaborazione dei bambini sotto forma grafica. La seconda fase prevede invece un lavoro a gruppi con l'utilizzo di lim e tablet dove i bambini potranno fare esperienza diretta di pregrafismo (percorsi, tratteggi, onde...inerenti la storia) e in un secondo momento, grazie ai giochi metafonologici proposti, inventeranno una filastrocca in rima con i personaggi della storia.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo Infanzia
Gallizia Valentina
Rumbolo Maria Cristina
Silvano Carmela

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet
smart notebook
programma di video scrittura
Macchina fotografica digitale
ABC e Tracing Demo

La tua regione d’Italia preferita

Abstract: 
Il Contesto in cui viene proposta l’attività è una classe V della scuola primaria a 27 ore.
La classe è composta da 16 alunni. Nella classe sono presenti due bambine con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento: una bambina dislessica e una disgrafica; sono inoltre presenti tre bambini con bisogni educativi speciali, due con lievi deficit cognitivi ed una di madrelingua spagnola,  con diagnosi ADHD e due traumatiche esperienze di bocciatura nel paese di origine.
La classe è dotata di 4 tablet per permettere agli alunni di lavorare in gruppo o individualmente perle attività di recupero.
L’attività si propone realizzare un testo sulla propria regione d’Italia preferita.
1)Con gli alunni verrà impostata una mappa compensativa procedurale, che permetterà agli alunni di sviluppare il proprio testo seguendo una scaletta.
2)Nella   mappa saranno presenti le informazioni principali, mentre nel testo si potranno aggiungere le informazioni scelte dall’alunno.
I programmi utilizzati saranno SuperMappe e Leggixme.
3)Per la consegna del testo ed i feedback dei docenti per le correzioni, sarà utilizzato Google Docs eGoogle drive, per permettere di aggiungere commenti al lato del testo e scambiarlo in tempi molto rapidi senza utilizzare chiavette USB. Con Google Docs sarà possibile modificare il testo nello stesso momento da più persone
4)Per la correzione gli alunni DSA utilizzeranno il programma Leggixme con la sintesi vocale regolabile, gli alunni non in difficoltà potranno decidere di utilizzare Leggixme o il correttore automatico ,con il supporto della sintesi vocale per verificare le parole corrispondano a ciò che volevano scrivereo nessuno strumento.
5) Per verificare la conoscenza degli strumenti, le insegnanti consegneranno agli alunni un test relativo alla regione che hanno scelto, il testo conterrà alcuni errori ortografici che loro dovranno  correggere con il programma che preferiscono.
 
6) Un’ulteriore verifica sarà fatta per la produzione del testo MI Presento.
Nome del Corso EPICT: 
[Home-SkillOnLine-I-2017]
Data: 
Maggio, 2017
Autori : 
Gruppo Bes-tie al lavoro
Fusto
Pelliciari
Redavè
Pestarino

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Leggixme
supermappe
tablet
LIM
libro digitale

Discipline Coinvolte:

Genova, i suoi corsi d’acqua e la loro storia.

Abstract: 
Il progetto sarà realizzato in una classe IV di scuola primaria, durante le ore curriculari.
La finalità principale è quella  di incrementare la condivisione di esperienze dI apprendimento collaborativo e inclusivo attraverso un obiettivo di ricerca comune. L’uso di TIC per gli alunni assume un valore stimolante per la ricerca e la creatività, propenso alla costruzione di un ambiente di lavoro motivante per tutti e facilitante per gli alunni con bisogni educativi speciali sia dal punto di vista didattico che educativo. Gli alunni attraverso la  conoscenza-base dei sistemi informatici per la creazione  e la ricerca di immagini, collaboreranno alla costruzione di una presentazione  sviluppando capacità di individuazione degli elementi importanti e della loro  relazione, all’interno dell’argomento.
Gli alunni saranno stimolarti in modo da rendere l’apprendimento meno nozionistico e più divertente tenendo sempre presente le singole esigenze di apprendimento degli alunni  e focalizzando l’attenzione di ogni alunno sul metodo di studio, permettendo a tutti gli alunni anche quelli con particolari difficoltà (BES) di essere attivi, collaborativi e consapevoli nell’uso degli strumenti e flessibili nell’impiego delle strategie. L’obiettivo didattico è quello di stimolare la curiosità rendendo gli alunni attivamente partecipi alla creazione della presentazione, sviluppando e affinando abilità comunicative e rendendo gli alunni capaci di analizzare i  dati a loro disposizione e di organizzarli scegliendo un criterio logico di esposizione.
Fase warm-up : inizialmente agli alunni verrà fatto vedere un video semplice e riassuntivo riguardante la storia del territorio di Genova.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Luglio, 2016
Autori : 
Gruppo Le 3.0
Maria Bazzano
Maria Bordesi
Patrizia Ponzanelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
AUDACITY
ARAWORD
WinCmapTools_v5-05-01
Hotpototes
Question Writer
Macchina fotografica
Pen Key

Discipline Coinvolte:

Modello di lezione per un apprendimento significativo

Abstract: 
Il nostro gruppo ha deciso di costruire un oggetto didattico rivolto ai docenti, più che agli studenti, con l’intento di costruire un modello di attività didattica innovativa che tenga conto delle risorse tecnologiche e delle esigenze di apprendimento degli studenti con bisogni speciali. L’obiettivo non è creare un format vuoto, ma fornire un esempio concreto, riutilizzabile e trasformabile, anche per analogia, in attività didattiche efficaci, declinate secondo le diverse discipline o gruppi di discipline.
Abbiamo constatato che le maggiori difficoltà nel proporre e attuare forme di didattica interattiva e innovativa all’interno delle nostre scuole avvalendosi delle TIC,spesso sono dovute alla resistenza da parte di alcuni colleghi che spesso non conoscono le possibilità offerte da una programmazione comune che comprenda l’uso consapevole delle tecnologie e della valutazione del loro effetto pedagogico sugli alunni.  E da qui l’idea di destinare il piano di lavoro al gruppo classe dei docenti, e non soltanto al singolo docente, che spesso si trova isolato nelle sue scelte didattiche e organizzative. Si intende quindi rivolgere questo progetto in particolare ai Consigli di Classe.
Nome del Corso EPICT: 
SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES
Data: 
Luglio, 2016
Autori : 
Gruppo Clan TIC
Alessandro De Bono
Antonella Caggiano
Bruno Caiano
Federico Pellizzi

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Tablet
Rete
Google Drive
PC
Kahoot
Padlet

Discipline Coinvolte:

Cronaca di un’uscita sul territorio

Abstract: 
Descrizione sintetica dell’attività che si intende proporre e a quale contenuto disciplinare di riferimento utilizza.
Spiegazione del perché si ritiene che questa risulti funzionale a raggiungere gli obiettivi del curricolo e le competenze  europee.
 
Siamo in una classe terza di scuola primaria composta da 18 alunni di cui 7 con bes. E’ presente l’insegnante di sostegno.
L’insegnante di classe propone un’attività a piccoli gruppi sulla visita guidata ai Vivai Montina di Cisano sul Neva.
Dopo un primo momento di conversazione collettiva per scegliere i punti dello schema della cronaca dell’uscita, ogni gruppo produrrà un breve elaborato scritto al pc con il programma di videoscrittura Word Office, relativo ad un punto dello schema e salverà il documento (.doc) con nome sul desktop del pc Gli alunni potranno utilizzare come supporto cartaceo un quadernino su cui appuntare le loro riflessioni.. L’insegnante utilizzando lo strumento revisione, produrrà un feedback sulla base del quale ogni gruppo produrrà le eventuali modifiche/correzioni. Tutti gli elaborati prodotti dagli alunni verranno condivisi su Google drive  e letti in classe.
Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2016/17
Data: 
Settembre, 2017
Autori : 
Gruppo ASK Savona
Caterina Kety Gualco
Erispo Silvia

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
videoproiettore
MS Office
sintesi vocale

Discipline Coinvolte:

Metodologia Didattica:

Altra Metodologia didattica: 
brainstorming, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving, mappe concettuali, parole chiave

Le Favole di Esopo

Abstract: 

Programmare una lezione per alunni/e della I SSPG può essere un’avventura: se tutti i
punti non sono strutturati con diligenza, ci si può perdere negli intricati accadimenti
quotidiani. Un aspetto di particolare rilevanza, che non era stato analizzato con la
dovuta cognizione di causa nel modulo B, è quello dei possibili intoppi dovuti all’uso
improprio delle tecnologie.
In questo Lesson Plan analizzeremo nuovamente le varie fasi e le procedure utilizzate in
‘’Le Favole di Esopo’’ per controllare i possibili pericoli che possono derivare dall’utilizzo
del computer e del web e strutturare al meglio le attività.
Educare gli alunni ad un uso corretto di Internet significa utilizzare mezzi di protezione
quali gli antivirus o i filtri quali firewall per potersi tutelare dai possibili pericoli nascosti.
Gli insegnanti aiuteranno la classe a scegliere i materiali in modo responsabile tenendo
conto anche che i siti internet possono essere protetti da diversi livelli di copyright quindi
reperire le informazioni senza fare un mero “copia e incolla” per renderli propri. Inoltre
sarà importante spiegare agli alunni l’attendibilità dei siti visitati.
Allo stesso tempo sarà importante che l’insegnante sia in grado di far comprendere
l’importanza di un lavoro serio e impegnato da parte dei discenti che, sentendosi protetti
dallo schermo di un computer, non devono comunque perdere di vista l’obiettivo
primario del compito assegnato. Viene dunque utilizzato un programma di controllo
remoto dei PC degli alunni da parte dell’insegnante, affinché possa verificare che la
totalità degli alunni lavori in modo serio e concreto, senza giocare, entrare in siti
differenti da quelli consigliati o simile.

 

Nome del Corso EPICT: 
eSafety [IPRASE]
Data: 
Gennaio, 2016
Autori : 
Gruppo Mandala

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
editor di testo
Google drive
cartella condivisa
BYOD

Discipline Coinvolte:

Dear Jack...

Abstract: 

Gli studenti di una classe I di un Istituto Tecnico Industriale, in coppia, -sulla base di un modello proposto secondo specifiche richieste di formattazione- scrivono e si “scambiano” una mail informale sui progetti per le ormai prossime vacanze estive, usando il programma Word del pacchetto Office o, in alternativa, Writer di Libre Office.

La specifica attività rientra nella programmazione di Lingua Inglese e viene svolta in collaborazione con il docente tecnico pratico di Informatica.

Si svolge nel mese di Maggio dell’anno scolasrtico in corso ed è -a parere del docente che l’ha programmata- una sorta di “prova generale” per un reale scambio di e-mail che sarà alla base di un progetto e-Twinning con una classe di coetanei svedesi.Il progetto prenderà il via a Settembre 2016 e durerà un anno.

Nome del Corso EPICT: 
[Iprase-I-2017]
Data: 
Giugno, 2016
Autori : 
Gruppo PEIR
Eliana Di Bella
Ilaria Di Termini
Paola Graffigna

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
MS Office
LIM

Discipline Coinvolte:

La terra prima dell'uomo: i dinosauri

Abstract: 

Competenze chiave europee: consapevolezza ed espressione culturale, competenze sociali e civiche, competenze digitali, Imparare ad imparare
Competenze di indirizzo: Riconosce e esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l'importanza del patrimonio artistico e culturale. Usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze,periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazione Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti Racconta i fatti studiati e sa produrre semplici testi storici, anche con risorse digitali. Utilizza gli strumenti principali di un programma di videoscrittura.

Nome del Corso EPICT: 
[Iprase-I-2017]
Data: 
Dicembre, 2017
Autori : 
Gruppo LE SIRENETTE AVVENTURIERE

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
internet
LIM
dropbox

Discipline Coinvolte:

Altra Metodologia didattica: 
Ascolto attivo Brainstorming Attività laboratoriale

Pagine

Abbonamento a B