C

Riforma e controriforma

Abstract: 

Il web 2.0 costituisce un approccio filosofico alla rete che ne connota la dimensione sociale, la nascita di una cultura partecipativa sulla rete, la condivisione, l'autorialità rispetto alla mera fruizione. Il ruolo dell’utente in questo senso diventa centrale, esce dalla passività che lo contraddiceva nel Web 1.0 per diventare protagonista tramite la creazione, modifica e condivisione di contenuti multimediali a propria scelta. Il web 2.0 poggia quindi su tre pilastri: interazione, condivisione e partecipazione. L'argomento scelto riguarda la Riforma protestante e i suoi sviluppi e sarà affrontato nella classe seconda di una scuola media inferiore.
Gli alunni, dopo un’introduzione al periodo storico da parte dell’insegnante di Lettere, si occuperanno dell’approfondimento di tematiche specifiche lavorando in piccoli gruppi. L’insegnante, quindi, offrirà una panoramica dell’argomento, mentre gli alunni, in un ottica di costruttivismo sociale, svilupperanno il sotto-argomento assegnato lavorando sia in presenza in classe, sia a distanza da casa. I gruppi di lavoro saranno i seguenti: luterani, anglicani, calvinisti, puritani, controriformisti. Ogni gruppo lavorerà su un documento condiviso, che oltre ai contenuti, comprenderà una piccola sceneggiatura. Alla fine del percorso, infatti, è prevista una drammatizzazione, per cui il gruppo dei calvinisti, ad esempio, avrà un suo portavoce con il ruolo di Calvino, che sarà sostenuto dai suoi seguaci, cioè gli altri partecipanti. 

Nome del Corso EPICT: 

SkillOnLine-IV-2016

Data: 

Novembre, 2016

Autori : 

Gruppo Tablet
Accurso Carmela Maria
Coppa Sonia
Scafuro Maria

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

Dispositivi mobili
tablet
LIM
Google drive
mappe concettuali
Google Documenti

Discipline Coinvolte: 

Metodologia Didattica: 

Altra Metodologia didattica: 

Costruttivismo sociale

Comunico e scopro: la storia della comunicazione

Abstract: 

Il progetto sarà realizzato in una classe V di scuola primaria durante le ore curriculari. L’obiettivo principale è quello di coinvolgere e stimolare gli alunni alla continua elaborazione e ricerca, attraverso il mobile Learning. Gli insegnanti attraverso gli strumenti di comunicazione in rete propongono agli alunni percorsi specifici per sviluppare abilità  di relazione interpersonale, di collaborazione a distanza, indirizzandoli a un uso corretto delle tecnologie partendo dall’acquisizione del concetto di netiquette per poi gestire con maggiore competenza la comunicazione d’interazione digitale. Si proporrà ai ragazzi sia il lavoro collaborativo sia la  flipped classroom. Prodotto finale dell'azione didattica sarà la creazione di un libro elettronico  sulla storia della comunicazione,  attraverso il servizio bookblogger  direttamente dal blog di classe, in  modo da poterlo condividere con i genitori. L’argomento del progetto di lavoro sarà la comunicazione.
E' stata condivisa questa scelta da un lato per informare e far conoscere l’evoluzione della comunicazione nella storia ma anche per rendere consapevole dli alunni che la comunicazione è un'esigenza umana che ha subito notevoli trasformazioni e ciò che troviamo in rete  è frutto di un’archiviazione di dati nel tempo.L'uso del tablet è dovuto alle caratteristiche di portabilità  e  a quelle che riconducono all’immediatezza di informazioni che attraverso internet è possibile raggiungere e fruire con la modalità touch. Queste possibilità rendono lo strumento tablet particolarmente accattivante e motivante per gli alunni.
Warmup: comunicazione agli alunni dell’argomento con successiva visione di un power point creato dall’insegnante sulla storia della comunicazione. In seguito sarà predisposta una webquest con relativo sondaggio agli alunni.

Nome del Corso EPICT: 

SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES

Data: 

Dicembre, 2016

Autori : 

Gruppo Le 3.0
Maria Bazzano
Maria Bordesi
Patrizia Ponzanelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
tablet
SmartPen
Mind Maple
Question Writer
Macchina fotografica
Pen Key
Evernote
Aversome
Socrative
Google Drive
One Drive

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

IL NASO FUORI - Sviluppo di competenze di cittadinanza attraverso il mobile learning - narrazioni artigianali nel quartiere

Abstract: 

Ricerca sul territorio relativa alle botteghe artigiane, con raccolta di testimonianze degli artigiani e di documentazioni audio e video sui tipi di lavoro, sulle imprese, sul mercato e sulla clientela di un mondo che, pur con grandi difficoltà, continua a rappresentare un tessuto lavorativo importante.
Il progetto complessivo mira a sviluppare negli alunni competenze multiple, trasversali e curricolari, come competenze relazionali, collaborative, linguistiche, digitali, di cittadinanza. Saranno guidati a costruire un nuovo modo trasversale di imparare e costruire narrazioni a più voci che sviluppino conoscenze sulla storia del territorio, sul funzionamento delle imprese artigianali e cooperative dal punto di vista economico-legislativo, storico e culturale. 

Nome del Corso EPICT: 

SkillOnLine-II-2016-Tablet and BES

Data: 

Settembre, 2016

Autori : 

Guppo CLAN TIC
Antonella Caggiano
Bruno Caiano
Alessandro De Bono
Federico Pellizzi

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

LIM
Tablet
PC
smartphone
Calameo
BookCreator
Padlet
Google Drive
Thinglink.

Discipline Coinvolte: 

Sviluppo di applicazioni per lo studio di funzione

Abstract: 

·         Prodotto complessivo: presentazione via LIM di un lavoro prodotto svolgendo esercitazioni in modo cooperativo e collaborativo anche a distanza ed elaborando risorse ottenute dalla ricerca in rete.
·         Punto del curricolo: per Matematica (1), Informatica (2):
1)      Liceo Scientifico, Istituto Tecnico Tecnologico - Quinto anno: studio di funzione e rappresentazione grafica
Prodotto: svolgimento in gruppo di esercitazioni sullo studio di funzione e sulla loro rappresentazione grafica. Raccolta di tutte le informazioni sulle funzioni date che diventano materiale di verifica dell’applicazione finale.
2)      -  Liceo Scientifico (LSSA) - Informatica - Quinto anno: algoritmi di calcolo, tematiche relative alle reti di computer.
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sviluppo di algoritmi per lo studio di funzione, con dimostrazione di almeno un algoritmo.
-  Istituto Tecnico Tecnologico (Ind. Informatica e Telecomunicazioni – Art. Informatica) - Informatica - Quinto anno: linguaggi per la programmazione lato server a livello applicativo, tecniche per la realizzazione di pagine web dinamiche.
Prodotto: breve esposizione sulle attività di ricerca svolte e, come attività di elaborazione, sviluppo di applicazioni software lato server in Java/JSP e/o in PHP finalizzate allo studio di funzione.

Nome del Corso EPICT: 

Skill Online 2016

Data: 

Dicembre, 2016

Autori : 

Gruppo L&T Teachers
Poidomani Silvia
Testa Tullio

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

LIM
tablet

Discipline Coinvolte: 

SCAMBIAMOCI I CASTELLI DI CARTA

Abstract: 

l progetto intende sia far approfondire agli studenti la tematica del riciclo della carta nel nostro Paese sia far sperimentare direttamente la collaborazione a distanza per scambiare informazioni su un argomento specifico, partecipando a reti collaborative in ambienti virtuali. In particolare, la comunicazione tramite Internet consentirà agli studenti, con la guida ed il supporto costanti da parte dell’insegnante, di riflettere sui vantaggi e sulle criticità dell’utilizzo delle più recenti possibilità comunicative (e-mail, blog, chat, videoconferenza, …), di scambiare messaggi con selezionati contatti nel proprio territorio e con coetanei che abitano in altre città e di realizzare e gestire un blog in cui discutere e pubblicare i propri elaborati.
All’inizio dell’anno, in sede di Consiglio di Classe, gli insegnanti illustrano ai genitori il progetto, il suo scopo e le modalità di svolgimento. Essi precisano quali ed in che modo verranno impiegati gli strumenti di ricerca, di comunicazione e collaborazione in rete (motori di ricerca, e-mail, blog, videoconferenze, social network, ecc.), sottolineando come risulti fondamentale, per gli alunni, utilizzare la tecnologia in modo consapevole e responsabile, conoscere le basi di una buona comunicazione verbale veicolata da un pc o da un qualunque dispositivo mobile; nonché come l’acquisizione di competenze digitali faciliterà loro l’ingresso in una realtà più complessa qual è la scuola secondaria di primo grado.
In tale circostanza i genitori rilasciano il consenso a far assegnare a ogni alunno una password scolastica[1] che rimarrà in funzione per l’intera durata del progetto, unitamente al permesso che i loro figli usino, anche fuori dalla scuola, il device mobile in dotazione alla scuola o quello personale per catturare immagini ed effettuare interviste inerenti al progetto. Gli insegnanti ottengono, inoltre, l’autorizzazione per condividere sul web il materiale prodotto nel corso delle diverse fasi del progetto e per organizzare un video-incontro in classe.
Al termine dell’incontro, i docenti formalizzano la mailing-list che include in CCN, così da mantenere la privacy, le mail delle famiglie coinvolte nel progetto alle quali la scuola possa inviare la scheda dettagliata del progetto ed ogni ulteriore comunicazione.
Anche tra i banchi di scuola (setting della classe – v. allegato), in un incontro preliminare con i propri alunni, gli insegnati spiegano il tema e le fasi del progetto, da realizzare in collaborazione con altre scuole.
 

[1] Il tecnico di laboratorio provvederà a generare le password e gli alunni potranno usare la piattaforma della scuola (sito ufficiale della scuola, registro elettronico, …) per inviare messaggi.

 

Nome del Corso EPICT: 

Skill Online 2016

Data: 

Dicembre, 2016

Autori : 

Gruppo TIC2m.0
Maria Chiara Giacomucci
Daniela Latino
Diletta Maffei
Maria Luisa Marinoni

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
tablet
YouTube
Padlet
Fotocamera
Skype
WhatsApp

Destinatari: 

A spasso per Levanto

Abstract: 

Per questo modulo abbiamo progettato un'attività per gli alunni di una classe quinta, venti in tutto, di cui fa parte anche un bambino, Gabriele, con disturbo specifico della scrittura.
 
L'attività fa parte di un progetto di gemellaggio tra classi parallele geograficamente lontane, già avviato nel precedente anno scolastico. Gli alunni, nell'anno precedente, hanno avuto l'opportunità di conoscere la classe “gemella” attraverso la corrispondenza epistolare classica e l'utilizzo di skype in aula.
 
Quest'anno, il progetto proseguirà e porterà i bambini a conoscere ed utilizzare le mail per comunicare, e a sfruttare Google Drive come spazio per creare in gruppo e per condividere con la classe.
 
L'attività è suddivisa in  tre fasi e si svolge sia a scuola (in un'aula attrezzata con la lim e  nel laboratorio di informatica) sia sul territorio; le attività porteranno i bambini a:
1)       conoscere la struttura di una  mail e  produrne una da inviare alla classe gemella;
2)       progettare un tour virtuale e produrre materiali digitali ususfruendo di google Drive, collaborando prima in piccoli gruppi tematici, poi nel grande gruppo classe, con la possibilità di effettuare uscite sul territorio;
3)       inviare una mail conclusiva alla classe “gemella” in cui viene indicato il link per accedere al tour virtuale;
 
Questo progetto sviluppa  alcune delle competenze-chiave europee :
·         comunicazione nella madrelingua: gli alunni  si confrontano, creano testi scritti, imparano a calibrare il registro linguistico e stilistico a seconda dello scopo da perseguire;
·         competenza digitale perché gli alunni sperimentano le divese tiologie di comunicazione digitale;
spirito di iniziativa ed imprenditorialità poiché agli studenti è richiesto di pianificare l'attività da creare, all'interno di un clima collaborativo e rispettoso del prossimo.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Ottobre, 2017

Autori : 

Gruppo Le rivierasche
Annalisa Beccaria
Concetta Damiano
Sara Delbene
Manuela Norelli

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
pc portatile
MS Office
correttore ortografico
sintesi vocale
posta elettronica
Google Drive
fotocamera digitale
Abode Reader
Prezi
Skype

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Altra Metodologia didattica: 

tecnica cooperativa del jigsaw, tutorial

Progetto Blog

Abstract: 

La costruzione di un Blog, rivolto principalmente a ragazzi della scuola, che come proposta mira a dare continuità nel tempo alle esperienze didattiche e interpersonali che avvengono all’interno di una classe di liceo. Riteniamo l’attività funzionale a migliorare la comunicazione digitale con i nuovi strumenti, con una funzione di archivio delle esperienze e approfondimento continuo.
Il valore di questa attività consiste nella possibilità di partecipare alla costruzione di un lavoro comune coltivando i propri interessi e consolidando il senso di appartenenza alla classe.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Ottobre, 2017

Autori : 

Gruppo La scala
Fabiano Belfiore
Paola Burani
Maria Teresa Repetto
Lucia Troilo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
tablet

Discipline Coinvolte: 

Altra Metodologia didattica: 

Mobile learning

Noi, piccoli cittadini savonesi

Abstract: 

Dopo aver compreso lo strumento “posta elettronica”, gli alunni, divisi a coppie, dovranno scrivere ed  inviare una mail agli  assessorati del Comune di Savona nell’ambito del progetto didattico “La consulta dei bambini” che prevede la presenza dei ragazzi nel Consiglio Comunale della Città di Savona.
La mail dovrà essere composta in modo adeguato (indirizzo del mittente, indirizzo del destinatario, oggetto, messaggio breve, paragrafi brevi, spaziatura tra i paragrafi, firma) con un codice linguistico adatto al destinatario, con l’inserimento di  un allegato (Scheda di intervista all’assessore).
Il feedback finale dell’insegnante indicherà agli alunni eventuali modifiche.

Nome del Corso EPICT: 

Facilitatori 2016/17

Data: 

Ottobre, 2017

Autori : 

Gruppo ASK Savona
ERISPO Silvia
GUALCO Caterina Kety

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

pc
LIM
posta elettronica

Discipline Coinvolte: 

Destinatari: 

Metodologia Didattica: 

Altra Metodologia didattica: 

brainstorming, apprendimento significativo, peer to peer, ricerca-azione,didattica metacognitiva, problem solving

Comunicare e comunicazione

Abstract: 

Oggi giorno, per tutte le azioni di vita quotidiana, studio e lavoro, utilizziamo le diverse forme di comunicazione elettronica, dagli SMS, WhatsApp, posta elettronica, chat, forum,…. Internet favorisce la comunicazione interpersonale in modalità sincrona e asincrona. Gli studenti utilizzano in maniera massiccia gli strumenti di comunicazione offerti dalla rete fino al punto di elaborare codici di comunicazione che superano anche la stessa grammatica italiana. In tale contesto la scuola è chiamata a “educare” gli studenti ad un uso consapevole e utile all’apprendimento della comunicazione in rete.

Prodotto

Alla fine dell’attività gli studenti implementeranno un opuscolo multimediale con testo, immagini e filmati (mediante la risorsa “libro” di Moodle) in cui descriveranno strumenti e netiquette della comunicazione in rete

Nome del Corso EPICT: 

[ADL 14/15-2]

Data: 

Dicembre, 2015

Autori : 

Gruppo Metastasio
Garreffa Grazia
Romano Antonietta
Barbieri Liliana

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

tablet
pc
smartphone

Discipline Coinvolte: 

L’idea del potere: dalla storia ai media

Abstract: 

L’argomento si inserisce all’interno di un percorso concepito come progetto didattico da articolare in più fasi. Immaginando di costruirlo in una prospettiva di potenziamento delle attività annuali della classe a cui è rivolto, esso mira ad una indagine e riflessione sull’idea del potere nel corso della storia, della letteratura, dell’arte fino ad arrivare ai giorni nostri. Oggi il potere si trasmette e si produce attraverso le più disparate forme di comunicazione di massa, che sono diventate veicolo continuo di immagini, testi, messaggi, investendo ogni ambito della vita politica, economica e sociale. Docenti e studenti saranno impegnati in un percorso di confronti tra i personaggi che hanno rappresentato il potere nella storia, di ieri e di oggi, di lettura di grandi opere che hanno trasmesso questa idea, di visualizzazione di immagini che la veicolano quotidianamente. Coerentemente con l’argomento scelto, l’uso della tecnologia in classe sarà fondamentale per approfondire e rafforzare i contenuti appresi mediante risorse tradizionali. Si partirà, dunque, da un percorso storico volto a confrontare due grandi personaggi che hanno rappresentato l’idea del potere, seppur in epoche diverse: Alessandro Magno e Hitler. Dei personaggi verrà analizzata la vita e le azioni all’interno del contesto storico di riferimento. Seguirà un percorso letterario che partirà dal Cinquecento e dall’analisi del Principe di Machiavelli, fino a toccare alcuni grandi autori della letteratura contemporanea, Pasolini e Oriana Fallaci, dei quali verrà analizzato il loro rapporto con il potere. La tematica, poi, abbraccerà un percorso artistico e, infine, contemporaneo attraverso la discussione delle nuove forme di potere, indubbiamente esercitate dai mass media e dai social media. Video, testi, foto, saranno alla base di questo percorso con la funzione di input per cercare, approfondire e sviluppare al meglio l’argomento trattato. Tutto il percorso si svolgerà su strategie costruttiviste e costruttiviste sociali in quanto ogni singola tematica verrà trattata partendo da contenuti multimediali. Essi apriranno e chiuderanno ogni micro-percorso al fine di fare della tecnologia un valido strumento di supporto e approfondimento alle attività didattiche

 

Nome del Corso EPICT: 

[ADL 14/15-2]

Data: 

Dicembre, 2015

Autori : 

Gruppo Megàle Ellàs
Maria Carmen Calvi
Claudio Panaia
Ilario Cavallo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]: 

Tipologia della risorsa : 

Lingua: 

Software Utilizzato: 

LIM
tablet
Ted-Ed
Wordle
e-book creator
Picasa
Glogster

Discipline Coinvolte: 

Pagine

Abbonamento a C