Modulo Pedagogico

Società sostenibili: natura, cultura, politica

Abstract: 

Usare e proporre la metafora dei semi delle piante e delle migrazioni stagionali animali, per riflettere sugli spostamenti di profughi e sul problema delle modificazioni climatiche. Il tema della biodiversità è una ricchezza nel mondo naturale, ma anche una società multietnica può esserlo sempre che esistano delle regole condivise.

Comprendere le cause che spingono gli esseri viventi a migrare per accettare le differenze, competere lealmente, rispettare le regole civili.

Nome del Corso EPICT: 
Facilitatori 2017
Data: 
Giugno, 2017
Autori : 
Gruppo La scala
Fabiano Belfiore
Lucia Troilo
Maria Teresa Repetto
Paola Burani

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
tablet
iPad
LIM
stampante
scanner
macchina fotografica/cellulare

Metodologia Didattica:

Altra Metodologia didattica: 
visual learning, goal-based, brainstorming

La geometria delle piante

Abstract: 

Gli studenti della terza classe devono affrontare lo studio della classificazione delle foglie in botanica e delle trasformazioni geometriche in matematica.

Il lavoro sarà concretizzato mediante l’utilizzo di tablet, smartphone, PC, videocamera, Internet e sw specifici.

Prodotto finale: presentazione multimediale dell’esperienza
 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL 14/15-2]
Data: 
Novembre, 2015
Autori : 
Gruppo Metastasio
Barbieri
Garreffa
Romano

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
tablet
smartphone
Screencast-O-Matic
Geogebra

Discipline Coinvolte:

L’idea del potere: dalla storia ai media

Abstract: 

L’argomento si inserisce all’interno di un percorso concepito come progetto didattico da articolare in più fasi. Immaginando di costruirlo in una prospettiva di potenziamento delle attività annuali della classe a cui è rivolto, esso mira ad una indagine e riflessione sull’idea del potere nel corso della storia, della letteratura, dell’arte fino ad arrivare ai giorni nostri. Oggi il potere si trasmette e si produce attraverso le più disparate forme di comunicazione di massa, che sono diventate veicolo continuo di immagini, testi, messaggi, investendo ogni ambito della vita politica, economica e sociale. Docenti e studenti saranno impegnati in un percorso di confronti tra i personaggi che hanno rappresentato il potere nella storia, di ieri e di oggi, di lettura di grandi opere che hanno trasmesso questa idea, di visualizzazione di immagini che la veicolano quotidianamente. Coerentemente con l’argomento scelto, l’uso della tecnologia in classe sarà fondamentale per approfondire e rafforzare i contenuti appresi mediante risorse tradizionali. Si partirà, dunque, da un percorso storico volto a confrontare due grandi personaggi che hanno rappresentato l’idea del potere, seppur in epoche diverse: Alessandro Magno e Hitler. Dei personaggi verrà analizzata la vita e le azioni all’interno del contesto storico di riferimento. Seguirà un percorso letterario che partirà dal Cinquecento e dall’analisi del Principe di Machiavelli, fino a toccare alcuni grandi autori della letteratura contemporanea, Pasolini e Oriana Fallaci, dei quali verrà analizzato il loro rapporto con il potere. La tematica, poi, abbraccerà un percorso artistico e, infine, contemporaneo attraverso la discussione delle nuove forme di potere, indubbiamente esercitate dai mass media e dai social media. Video, testi, foto, saranno alla base di questo percorso con la funzione di input per cercare, approfondire e sviluppare al meglio l’argomento trattato. Tutto il percorso si svolgerà su strategie costruttiviste e costruttiviste sociali in quanto ogni singola tematica verrà trattata partendo da contenuti multimediali. Essi apriranno e chiuderanno ogni micro-percorso al fine di fare della tecnologia un valido strumento di supporto e approfondimento alle attività didattiche

 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL 14/15-2]
Data: 
Dicembre, 2015
Autori : 
Gruppo Megàle Ellàs
Maria Carmen Calvi
Claudio Panaia
Ilario Cavallo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet
Ted-Ed
Wordle
e-book creator
Picasa
Glogster

Discipline Coinvolte:

Emigrazione e immigrazione: un’Italia dal doppio volto

Abstract: 

L’obiettivo di questa LessonPlan è quello di far luce su uno degli aspetti più

urgenti del nostro presente, quello dell’immigrazione. Il progetto prevede un
percorso retrospettivo che parte dall’analisi dei grandi flussi migratori del
Novecento fino ai giorni nostri, innestandosi nel doppio filone emigrazione e
immigrazione. Il lavoro mira a inserirsi in una tradizione storico-letteraria
consistente e attuale pur rimanendo coerente con la programmazione
disciplinare cui fa riferimento. Si andranno a toccare diversi ambiti
disciplinari, creando quel gioco di interdisciplinarità e visione di insieme
necessario per realizzare processi di insegnamento-apprendimento più che
mai attuali. La lezione frontale si presenterà come un semplice punto di
partenza da integrare con strategie didattiche che porranno l’alunno al
centro di ogni attività, favorendo il suo effettivo coinvolgimento e rendendolo
protagonista della sua stessa formazione. L’Output previsto riguarda la
creazione di diverso materiale: dai prodotti che gli alunni costruiranno in
itinere, quali mappe concettuali, ricerche e linee del tempo, al prodotto
finale, consistente in una presentazione in PowerPoint sulla tematica trattata
che racchiuda i diversi ambiti disciplinari coinvolti. Una volta realizzata la
presentazione, agli alunni verrà chiesto di realizzare uno spazio di
condivisione del lavoro su Google Drive.

 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL 14/15-2]
Data: 
Ottobre, 2015
Autori : 
Gruppo Megàle Ellàs
Maria Carmen Calvi
Claudio Panaia
Ilario Cavallo

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet

Discipline Coinvolte:

Io sono "sicuramente"....connesso !

Abstract: 

Gli studenti sono invitati a riflettere su come trasferire il concetto di buon cittadino a quello di buon cittadino digitale. L’argomento prescelto è trasversale a tutte le discipline, in quanto fa parte di quella formazione necessaria all’introduzione e corretto uso delle nuove tecnologie sia a scuola che nella vita. Al termine dell’attività gli alunni dovranno produrre un documento (video, ppt, un cartellone) con le regole d’oro per navigare in internet in modo sicuro, etico e senza rischi.

 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL 14/15-2]
Data: 
Novembre, 2015
Autori : 
Gruppo LES

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
Google docs
Google apps
Kahoot
PPT
tablet
telefono
chat
Edmondo
Canvas
Glogster

Discipline Coinvolte:

Le donne nella storia e nella società scientifica: contributi e tributi

Abstract: 

L’attività nasce dalla riflessione e dall’analisi critica e consapevole, di alcune particolari giornate, quella del 25 Novembre” Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” e quella dell’8 Marzo. Attraverso una significativa indagine storica, scientifica e sociale ( svolta in tutte le discipline contemplate), si vuole pervenire al riconoscimento e rivalutazione di quei diritti, costantemente negati, a tutte quelle donne che, nel corso dei secoli, si sono distinte per affermare la propria esistenza e le eccellenti capacità ad una società maschilista, che l’ha sempre ignorata, sottomessa ed umiliata. Si vuole far cogliere agli studenti di oggi, il lungo e difficile percorso realizzato da queste donne nella storia e di come la tenacia, la voglia di apprendere il nuovo e l’abilità di prevedere nuovi modelli, abbia consentito loro di ottenere lodevoli risultati negli svariati campi della scienza e della tecnica, in matematica, astronomia, biologia, informatica, fisica, chimica, medicina, altro. In un’attenta analisi storica, sociale e scientifica, si osserverà che la scienza e le donne hanno sempre percorso strade separate e nonostante i numerosi contributi dati da queste “pioniere” alla ricerca scientifica, restano, comunque, pesanti pregiudizi nei confronti dell’occupazione femminile in campo scientifico e tecnologico, che ne ha limitato e ne limita, ancora oggi, la sua partecipazione con grandi ostacoli.

Nome del Corso EPICT: 
[ADL14/15-2]
Data: 
Novembre, 2015
Autori : 
Gruppo M.I.D.I.
Rosa Mottola
Francesco Iacovazzo
Elisabetta Dell’Atti
Vincenzo Pichero

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
tablet
smartphone
LIM
Geogebra

Discipline Coinvolte:

Destinatari:

La conoscenza del patrimonio storico-culturale della Calabria: “A digital jornuey into history”

Abstract: 

L’idea di lavoro proposta, viene articolata all’interno di diversi ordini di scuole in quanto i docenti che fanno parte del gruppo, svolgono la loro attività in scuole di diverso grado (dalla primaria alla secondaria di secondo grado). Lo scopo è quello di riuscire ad elaborare una sorta di “guida turistica digitale” che, con l’apporto delle diverse tipologie di alunni, riesca a formare un “unicum” conoscitivo delle realtà storico-paesaggistico-architettoniche della Calabria. La possibilità è quella di riuscire a costruire un metodo di lavoro generale, applicabile poi alle diverse realtà che si cerca di analizzare. Le varie discipline (Architettura, Informatica, Lingue straniere), ritrovano una loro caratterizzazione in quanto: 
• L’Architettura, ed il disegno in genere, verrebbe usata come strumento di analisi e conoscenza dei siti (rilievi fotogrammetrici e restituzioni grafiche); 
• L’Informatica come supporto indispensabile per sia per la restituzione grafica degli elaborati che per l’organizzazione tecnico grafica dei vari elementi; 
• Le lingue straniere per una versione multilingua delle informazioni ottenute.
Lo scopo è anche quello di costruire una specie di “rete di scuole” che riescano a realizzare il lavoro.

 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL14/15-2]
Data: 
Dicembre, 2015
Autori : 
Gruppo HELIOS
Cristiano Masciar
Lucia Abiuso
Violetta Pristerà
Raimondo Licastro

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
tablet
pc
fotocamera
scanner
stampante
Photoshop
ArchiCad

Discipline Coinvolte:

La comunicazione tra codici e tecnologia

Abstract: 

L’attività nasce dall’idea di proporre lo studio di alcune discipline,(Storia, Diritto, Matematica e Informatica, (anche Storia dell’arte e Religione) in modo nuovo e più stimolante per gli studenti del ventunesimo secolo. L’impostazione della didattica tradizionale forza gli studenti in uno studio mnemonico, meccanicistico e parcellizzato, e ciò non consente loro di sviluppare autonomamente e consapevolmente, quelle capacità critiche e valutative, necessarie a raggiungere un livello di competenze organico e completo. Questo lesson plan costituisce un raccordo tra più discipline, che osservano il tema della comunicazione da punti di vista differenti, pur conservando un’unitarietà di competenze ed obiettivi comuni all’interno delle stesse discipline. Il tema della “comunicazione”, in un viaggio tra passato e presente, consentirà ai discenti di ripercorrere le tappe più salienti, affrontate dall’umanità, attraverso testimonianze storiche, reperti e fonti. Inoltre, consentirà loro di confrontare con sapiente consapevolezza, i differenti stili di comunicazione nel passato  (dai graffiti, alla Bibbia, all’invenzione della carta) e nel presente ( tutte le forme consentite dal web) e di interrogarsi sul perché sia stato così difficile per l’uomo, comunicare ad altri simili, regole di convivenza civile, codici di comportamento o regole commerciali, per costruire solide basi per le relazioni di scambio tra popoli, di condivisione di beni o di gestione del bene comune. L’individuazione di eventuali analogie o differenze, tra le forme di comunicazione di ieri e di oggi, favorirà nei discenti discussioni sulla valenza di questo patrimonio del passato, che ci è stato tramandato con così grande cura e che ha consentito a noi oggi di raggiungere livelli tecnologici così potenti, che possiamo comunicare con tutto il mondo in un battito d’ali. Lo sviluppo della lesson plan, secondo le discipline di riferimento e concorrenti del primo biennio, partirà da contesti appartenenti alla vita reale dei discenti della prima classe di un Istituto secondario, per esempio la lettura del Regolamento d’Istituto, per indagare, in modo critico e costruttivo, quelli che sono stati gli aspetti essenziali della comunicazione dell’uomo, attraverso i secoli, in tutte le sue forme, iconografiche, verbali, scritte o codificate. La discussione in piccoli gruppi circa i vantaggi o gli svantaggi della comunicazione ieri ed oggi, consentirà,ad ogni discente, attraverso scambi di idee ed opinioni, di costruire conoscenze profonde e consolidate. Proporre ai ragazzi lo studio dell’argomento proposto, mediante materiali tratti dal Web è un valore aggiunto, che stimola la curiosità e l’applicazione ad apprendere in modo interattivo e moderno, così come si conviene a cittadini attivi, critici e consapevoli.       
 

Nome del Corso EPICT: 
[ADL14/15-2]
Data: 
Ottobre, 2015
Autori : 
Gruppo M.I.D.I.
Iacovazzo Francesco
Mottola Rosa
Pichero Vincenzo
Elisabetta Dell’Atti

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
LIM
tablet
MS Office
Geogebra
smartphone

Le Favole di Esopo

Abstract: 

Programmare una lezione per alunni/e della I SSPG può essere un’avventura: se tutti i
punti non sono strutturati con diligenza, ci si può perdere negli intricati accadimenti
quotidiani. Un aspetto di particolare rilevanza, che non era stato analizzato con la
dovuta cognizione di causa nel modulo B, è quello dei possibili intoppi dovuti all’uso
improprio delle tecnologie.
In questo Lesson Plan analizzeremo nuovamente le varie fasi e le procedure utilizzate in
‘’Le Favole di Esopo’’ per controllare i possibili pericoli che possono derivare dall’utilizzo
del computer e del web e strutturare al meglio le attività.
Educare gli alunni ad un uso corretto di Internet significa utilizzare mezzi di protezione
quali gli antivirus o i filtri quali firewall per potersi tutelare dai possibili pericoli nascosti.
Gli insegnanti aiuteranno la classe a scegliere i materiali in modo responsabile tenendo
conto anche che i siti internet possono essere protetti da diversi livelli di copyright quindi
reperire le informazioni senza fare un mero “copia e incolla” per renderli propri. Inoltre
sarà importante spiegare agli alunni l’attendibilità dei siti visitati.
Allo stesso tempo sarà importante che l’insegnante sia in grado di far comprendere
l’importanza di un lavoro serio e impegnato da parte dei discenti che, sentendosi protetti
dallo schermo di un computer, non devono comunque perdere di vista l’obiettivo
primario del compito assegnato. Viene dunque utilizzato un programma di controllo
remoto dei PC degli alunni da parte dell’insegnante, affinché possa verificare che la
totalità degli alunni lavori in modo serio e concreto, senza giocare, entrare in siti
differenti da quelli consigliati o simile.

 

Nome del Corso EPICT: 
eSafety [IPRASE]
Data: 
Gennaio, 2016
Autori : 
Gruppo Mandala

Modulo EPICT di Riferimento [solo nel caso di Lesson Plan]:

Tipologia della risorsa :

Lingua:

Software Utilizzato: 
pc
LIM
editor di testo
Google drive
cartella condivisa
BYOD

Discipline Coinvolte:

Abbonamento a Modulo Pedagogico